Stati Uniti e Brasile, destra politica, armi e affari di famiglia

Stampa

Foto: Remocontro.it

Uno conseguenza dell’altro

Stati Uniti e Brasile, destra politica, armi e affari di famiglia. Gli Stati Uniti hanno conferito al Brasile lo status di «Major non-Nato ally», ovvero di ‘Alleato principale esterno all’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord’, la Nato, ci informa Marco Dell’Aguzzo, su EastWest. Il titolo, concesso in passato a pochi, vedi Giappone, Israele e Corea del sud - garantirà a Brasilia un canale agevolato per l’acquisto di armi americane e permetterà una maggiore collaborazione militare con Washington. In arrivo, probabilmente, anche un accordo di libero scambio in corso di negoziato.

I due, troppo simili, si amano

Il recente avvicinamento tra Washington e Brasilia è frutto del comune sentire politico a destra, di una vicina visione in politica estera e latino americana in particolare. Bolsonaro vorrebbe fare del Brasile il principale partner regionale degli Stati Uniti, un ritorno al ‘giardino di casa’ statunitense di tante guerre. Il rovesciamento della politica estera del ‘Partito dei Lavoratori’, definita dall’ex-presidente Lula da Silva, che invece aveva allontanato il paese dalla dipendenza politico economica Usa per privilegiare i rapporti politico commerciali con il resto del Sudamerica.

Ma anche in Brasile prima la Cina

Stati Uniti e Brasile puntando sulle affinità ideologiche, Trump mercante, cerca in Bolsonaro un alleato per frenare l’avanzata della Cina in America latina. Ma è un obiettivo complicato, perché la Cina è il primo partner economico del Brasile e il suo maggiore investitore. Bolsonaro, che adesso cerca di imporre il figlio come ambasciatore e Washington (affari di famiglia), ha più volte descritto Pechino come ‘potenza predatoria’. Le aziende Usa sono invece dedite alla beneficenza. Il mercato cinese, tuttavia, è fondamentale per il Brasile. Quindi con Trump, solo amore platonico.

Da Remocontro.it

Ultime notizie

Giornata del dono, coinvolti centinaia di studenti

22 Settembre 2019
Sono 80 gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto #DonoDay2019, realizzato in collaborazione con il Miur. 

Abbiamo solo 11 anni per salvare la nostra specie

21 Settembre 2019
Ci avviciniamo al prossimo evento, venerdì 27 settembre, organizzato dai giovani dei "Fridays for Future”. (Lia Curcio)

Presidenziali in Tunisia: vincono astensione e populismo anti-casta

20 Settembre 2019
Al ballottaggio per eleggere il nuovo presidente tunisino si affronteranno due candidati controversi e fuori dagli schemi tradizionali. (Ferruccio Bellicini

Abbiamo finito il verde…

19 Settembre 2019
Gli scienziati avvertono che la crescita dei vegetali sta diminuendo in tutto il pianeta. E non è colpa solo degli incendi… (Alessandro Graziadei)

Croazia: giornalisti sotto assedio

19 Settembre 2019
Scritte minatorie sui muri, attacchi fisici e minacce. Reporters Sans Frontières esprime forte preoccupazione perché a suo avviso in Croazia è in atto un vero e proprio attacco ai giornalisti. (...