Rsf: bene in Etiopia ma tre radio chiuse in Madagascar

Stampa

Tre radio private di Toamasina, città portuale della costa est dell'isola di Madagascar, sono state chiuse dal governo dopo aver ospitato sulle loro onde l'intervento di alcune personalità dell'opposizione. Radio Ny Antsika (RNA), Sky FM e Radio Feon'i Toamasina (RFT) non emettono più dal 10 dicembre scorso e i loro responsabili sono stati convocati dalla gendarmeria locale per essere interrogati.

"Noi stimiamo che la diffusione di questo tipo di interviste sia l'espressione della diversità di opinioni che deve poter esistere in Madagascar per garantire il diritto a un'informazione libera e pluralista", ha dichiarato Reporter senza frontiere in una lettera inviata al ministro delle Telecomunicazioni, Poste e Comunicazione, Bruno Ramaroson Andriantavison. "Per questo motivo chiediamo che queste tre radio possano riprendere a trasmettere il prima possibile e che le autorità locali ordinino il dissequestro dei ripetitori di RFT e di RNA", continua l'organizzazione internazionale per la difesa della libertà di stampa.

Intanto in Etiopia è stata riabilitata l'Associazione dei giornalisti etiopi dopo 13 mesi di messa al bando. L'Alta Corte federale d'Etiopia si è pronunciata, il 24 dicembre scorso, sulla controversia che oppone l'EFJA (l'Associazione dei giornalisti etiopi per la libertà di stampa) al ministero della Giustizia e ha deciso di riabilitare l'associazione a cui dal novembre 2003 era stata interdetta l'operatività.

"Ci felicitiamo per questa vittoria dell'EFJA che rappresenta un passo avanti per l'affermazione della libertà di stampa in Etiopia", ha dichiarato Reporter senza frontiere. "La vigilanza rimane comunque d'obbligo, poiché la situazione dei media nel Paese continua a essere molto precaria: i giornalisti temono infatti la prossima adozione di una legge che permetterebbe allo Stato di metterli in carcere "per aver commesso errori nei loro articoli". Inoltre, la stampa estera è sorvegliata a vista e gli Etiopi non possono ancora accedere alle televisioni e alle radio indipendenti", ricorda l'organizzazione internazionale per la difesa della libertà di stampa. [AT]

Ultime notizie

Fermata Kirghisistan

04 Dicembre 2022
Mi trovo a condividere 12 ore di viaggio con 3 ragazzi che non vogliono ritrovarsi all’interno di un carro armato. (Atlante delle guerre e dei conflitti del Mondo)

Un blindato Made in Italy per il Brasile

03 Dicembre 2022
Un "Made in Italy" molto particolare. (Atlante delle guerre e dei conflitti del Mondo)

Superati i 9 mesi dall’inizio dell’invasione russa. Il punto

02 Dicembre 2022
Di fatto, la guerra in Ucraina somiglia sempre più ad una “nota di fondo”, a cui il Mondo sembra abituarsi. (Raffaele Crocco)

Anche la Germania indaga sulle stazioni di polizia illegali di Pechino

01 Dicembre 2022
La ong Safeguard le ha individuate in 30 Paesi europei; quattro solo in Italia. Stabilite all’interno di ambasciate e consolati. Inchieste già avviate da Paesi Bassi, Spagna e Irlanda. (AsiaNews...

Energia: l'alternativa c’è? - #Diventaregreen

01 Dicembre 2022
“Guardiamo all'energia del futuro, non a quella del passato”. Un’intervista ad Arturo Lorenzoni. (Alessandro Graziadei)