Dossier/ Il diritto all’aborto nel Mondo: a che punto siamo

Stampa

In un momento storico in cui in molte parti del Mondo si è visto un considerevole ritorno di governi conservatori, il sempreverde tema dell’aborto riempie le pagine di giornali e le bocche della politica. Tuttavia, abortire è sempre stata una pratica che ha sollevato critiche, problemi e contrasti, anche all’interno dei movimenti che la sostengono, e, soprattutto, ha acquisito un potere simbolico diverso a seconda dell’epoca, del territorio e della classe sociale. Negli ultimi anni alcuni Stati hanno concesso la possibilità di abortire legalmente dopo anni di lotte e di ricorso all’aborto clandestino, mentre altri hanno deciso di proibirlo in forma totale o parziale, tornando a leggi di quasi mezzo secolo prima.

La natura fluttuante di questo tema ha portato al rifiuto dello stesso non solo da parte del movimento anti-abortista, ma anche di coloro che, soprattutto nei territori extra-Occidentali, hanno vissuto l’aborto come l’espressione di una biopolitica che vuole controllare il sesso del feto o che decide che persone delle classi sociali più basse e/o appartenenti a specifiche comunità o etnie non possano portare a termine numerose gravidanze. Infine, in molte parti del Mondo si discute ancora se l’aborto sia davvero un diritto o se debba essere lo Stato a provvedere la pratica, invece di lasciare nelle mani delle persone la possibilità non solo di scegliere, ma anche di compiere secondo i propri termini.

In ogni caso, è innegabile che l’aborto in molti Paesi è stata la chiave di volta affinché le persone potessero iniziare a decidere del proprio futuro, uscire da situazioni di violenza o precarietà, e, soprattutto, smettere di morire nel tentativo di costruirsi un’esistenza dignitosa. Per tutto questo, nasce l’esigenza di un percorso attraverso differenti esperienze sul tema dell’aborto, un’occasione per osservare la situazione presente nei vari Continenti...

Segue su Atlanteguerre.it

Ultime notizie

Diventare “green”

29 Novembre 2022
La transizione ecologica individuale, diventare “green” è un lusso che pochi si possono permettere. (Raffaele Crocco)

Balene: creature fragili e misteriose

28 Novembre 2022
Di tragedie o di scoperte fondamentali per la biologia, i cetacei sono protagonisti. (Anna Molinari)

Dossier/ Iran, Afghanistan e Golfo: i diritti violati delle donne

27 Novembre 2022
Nei Paesi del Golfo Persico, in Iran e in Afghanistan le discriminazioni nei confronti delle donne sono diffuse e, in vari casi, normate. (Atlante delle guerre e dei conflitti del Mondo)

Gestire il potere: ci sono differenze tra uomini e donne?

26 Novembre 2022
Riflessioni su politica, linguaggio, e ruoli nella gestione del potere insieme alla professoressa Barbara Poggio. (Novella Benedetti)

Lavoro, decrescita e cura

25 Novembre 2022
A differenza del lavoro, la cura può svilupparsi solo in un contesto di reciprocità e di gratuità. E mentre il primo genera sempre più spesso frustrazione e impoverimento, la cura arricchisce chi l...