Aggiornamento Maremoto - da Medici Senza Frontiere

Stampa

Mappa dell'Indonesia - da Warnews

Di seguito riportiamo i primi esiti delle missioni esplorative condotte da MSF nei paesi colpiti dal maremoto e gli ultimi aggiornamenti dallo Sri Lanka, Indonesia, India, Tailandia, Malesia, Myanmar (Birmania), Bangladesh, Somalia e il Kenya.

Sri Lanka

Gli ospedali sembrano pieni di feriti e ci sono ancora diversi cadaveri che non sono stati raccolti. Molti senzatetto e sfollati. Le aree più colpite sono Matara, Kalatura, Galle e Hambantota a Sud-Est e Trincomalee, Batticaloa e Jaffna nel Nord-Est. A Galle, gli ospedali e gli ambulatori sono stati pesantemente colpiti

Oggi, un infermiere e un coordinatore d'emergenza sono arrivati a Colombo. Domani avvieranno una missione esplorativa nel Sud-Est dell'isola.

Un altro team di sei persone, composto da un chirurgo, un medico, un infermiere e due logisti, partirà questa sera per Colombo. Andranno nella zona Nord-Est dell'isola per attestarsi prima di tutto a Batticaloa. Altri 17 operatori sono in stand-by, pronti a partire se necessario.

Un aereo cargo con 30 tonnellate di materiale medico e sanitario (kit chirurgici, kit per la potabilizzazione dell'acqua, un ospedale da campo attrezzato per assistere 10.000 persone per almeno tre mesi) partirà domani da Bordeaux (Francia) per Colombo (capitale dello Sri Lanka).


Indonesia

Il cargo da Ostende, Belgio, a Medan, a nord dell'isola di Sumatra (appena fuori Aceh), partirà questa notte con 32 tonnellate di materiale medico e sanitario (generatori, taniche e materiale per l'approvvigionamento idrico, zanzariere contro la malaria, kit per la potabilizzazione dell'acqua, una tenda-ospedale, materiale medico e altri strumenti necessari per il primo soccorso).

Un team di 8 persone è appena arrivato a Banda Aceh. Il team è composto da tre infermieri, due medici e un traduttore indonesiani, più un logista e il Capomissione internazionali. L'aereo trasporta anche 3,5 tonnellate di materiale medico.

Domani un logista raggiungerà Banda Aceh in elicottero per valutare la situazione della costa Nord-Est di Sumatra.

Altri operatori sono pronti a partire dall'Europa.

Malaria e dengue rappresentano i problemi principali, mentre diventa essenziale la desalinizzazione delle scorte d'acqua sarà la priorità perché l'acqua salata sta contaminando quella dolce. MSF sta valutando la possibilità di avviare programmi di assistenza psicologica per le persone traumatizzate dalla catastrofe.

India

Un team di due persone sta conducendo una missione esplorativa in alcune zone dell'India meridionale. Ieri sono arrivati a Chennai, la capitale del Tamil Nadu. La situazione non è così grave come previsto - I Danni lungo le spiagge non sono così ingenti e il governo, insieme alla popolazione locale, sta organizzando le operazioni di assistenza medica, la distribuzione di cibo e le operazioni di disinfezione dell'acqua. Al momento non si registra carenza di acqua potabile a Chennai. Negli ultimi due giorni, 220 feriti lievi sono arrivati all'ospedale governativo.

Oggi il nostro team è andato a sud di Nagapattinam (il distretto maggiormente colpito dalla catastrofe). Le zone costiere sono state pesantemente colpite dal cataclisma e le famiglie sono ancora in cerca dei dispersi. La risposta del Governo e delle comunità locali è stata immediata: i cadaveri sono stati già raccolti e cremati; stanno riallacciando l'elettricità per far funzionare le pompe idriche per garantire la fornitura di acqua potabile. Il Ministero della Salute ha mobilitato altro personale e ha allestito ospedali da campo, in cui l'accesso alle cure è gratuito per tutti. Gli ospedali sembrano ben equipaggiati. Al momento il problema principale per la popolazione sembra essere il trauma psicologico.

 

Tailandia

Una missione esplorativa è stata avvita nell'isola di Phuket. Un team logistico sta raccogliendo informazioni per acquistare sul mercato locale coperte e materiale non sanitario.

Malesia

Un team composto da due medici sta effettuando una missione esplorativa a Penang. Sarebbero ingenti i danni materiali: la polizia e l'esercito avrebbero iniziato a pulire le strade. In Malesia, le vittime sono 44 e i feriti sarebbero alcune centinaia. Le persone sembrano aver reagito abbastanza bene, ma abbiamo informazioni finora provenienti solo dalle grandi città. Il team cercherà di raggiungere alcuni villaggi costieri domani.

 

Myanmar (Birmania)

MSF sta inviando una missione esplorativa a Myiek, nell'estremo Sud del Myanmar.

Le Autorità birmane hanno dichiarato che le vittime sarebbero 90. L'area più colpita è quella attorno Kawthoung.

 

Bangladesh

Il paese sembra il meno colpito dell'area.

 

Altri

Team già presenti in paesi come la Somalia e il Kenya stanno valutando i danni.

Per ulteriori informazioni:

Ufficio stampa - Tel. 06.44.86.921 - Cell. 335.848.97.61

Ultime notizie

Bambini: “chi non produce è inutile”

25 Giugno 2019
È necessario contrastare l’idea che chi non produce è inutile per la società. A cominciare dai bambini costretti ad essere “economicamente attivi”. (Alessandro Graziadei)

Cocktail artico… al veleno

24 Giugno 2019
Le inquietanti conseguenze dello scioglimento dei ghiacci. (Anna Molinari)

La seconda vita dei libri, nelle mani dei senza dimora

23 Giugno 2019
I volontari della Ronda della carità distribuiscono (oltre a panini e bevande) fumetti, romanzi e riviste. 

Niente sta scritto vince Il Premio Cinema degli Italian Paralympic Awards

22 Giugno 2019
Il documentario Niente sta scritto riceve il Premio Cinema agli Italian Paralympic Awards 2019, gli “Oscar” dello sport paralimpico. (Raffaella Bonora)

La donna che combatte i matrimoni precoci

21 Giugno 2019
Povertà, matrimoni precoci e abbandono scolastico sono tre componenti dello stesso circolo vizioso. È contro un tale flagello che si batte da oltre 15 anni Theresa Kachindamoto, una donna...