Afghanistan, a piedi nudi per la pace e con un messaggio per il mondo: "Smettetela di ucciderci"

Stampa

Foto: Asianews.it

A piedi nudi da Kabul a Balkh per chiedere la pace. È il nuovo cammino intrapreso dalla Carovana della pace, partita a maggio da Helmand e arrivata nella capitale il 18 giugno. Avevano percorso circa 700 km a piedi sotto il sole cocente. Fra Kabul e Balkh (nord del Paese) ci sono circa 550 km. La loro richiesta per il cessate il fuoco e la pace non si ferma, neanche per le piaghe che ricoprono i piedi di molti di loro.

“Siamo partiti da Kabul il 10 agosto – spiega questa mattina ad AsiaNews Bismillah Watandost , portavoce del gruppo – ora siamo nella provincia di Baghlan, nel distretto di Khinjan. Siamo in 42, e 25 sono scalzi. Arriveranno da Kabul fino a Balkh a piedi nudi”. La più grande sfida degli ultimi giorni è stata passare per il tunnel di Salgan tratto freddo e ventoso lungo circa 2,6 km. Sei dei membri si sono ammalati e sono stati portati all’ospedale. “Ora stanno bene”, aggiunge Watandost.“Il nostro messaggio è per le persone, perché si sollevino e chiedano la pace e il cessate il fuoco al governo, ai talebani. A entrambe le parti coinvolte nel conflitto”, commenta Watandost.

Il loro appello però non si ferma ai confini afghani. A Kabul, gli attivisti hanno organizzato sit di tre giorni di fronte a numerose ambasciate e agli uffici delle Nazioni Unite. “Chiediamo al mondo, all’Onu a tutte le persone nel mondo di darci il cessate il fuoco e la pace. In molti aspetti questa è una guerra straniera. Tanti Paesi sono coinvolti in questa guerra, e ci stanno uccidendo. Se non vedono questa situazione, se non chiedono la pace e il cessate il fuoco, allora questi Paesi ci uccideranno tutti”.

La pace nel Paese sembra ancora lontanaDopo giorni di accesi scontri nelle scorse settimane, il 20 agosto i talebani hanno risposto a una proposta di cessate il fuoco del governo afghano rapendo (e in seguito rilasciando) quasi 200 passeggeri di tre autobus, nella provincia settentrionale di Kunduz. Due giorni fa, i ribelli hanno accettato di partecipare a un vertice per la pace a Mosca. A cui però il governo afghano non prenderà parte.

Da Asianews.it

Ultime notizie

La fotografa che ha salvato gli Yanomami

25 Settembre 2018
Il contributo di Claudia Andujar è stato fondamentale per salvare la tribù amazzonica degli Yanomami. (Alessandro Graziadei)

Rivoluzione è mangiare “buono, pulito e giusto”

25 Settembre 2018
A Torino si è svolta la dodicesima edizione di “Terra Madre – Salone del Gusto”. (Lia Curcio)

Andare per montagne: nuova passione per cafoni?

24 Settembre 2018
Turismo invadente e incompetente: i rischi e le fragilità da tutelare. (Anna Molinari)

Dal 14 settembre sono cambiate le regole per chi possiede un'arma

24 Settembre 2018
In vigore il provvedimento che recepisce la direttiva europea, che modifica le norme sul possesso di fucili e pistole. (Valeria Iorio)

Matematico ipovedente: «I miei algoritmi abbattono barriere»

23 Settembre 2018
A Salerno ha contribuito a rendere accessibile ai disabili la chiesa longobarda di Santa Maria de Lama. (Paola D'Amico)