16 Ottobre

Giornata mondiale dell'alimentazione

ilconero.blogspot.com

Secondo le stime della FAO (il Fondo delle Nazioni Unite per l'alimentazione), nel mondo ci sono 1 miliardo e duecento milioni di persone malnutrite. Un sesto della popolazione mondiale.

Al contrario di quanto si possa pensare, malnutrizione non significa solamente fame. Malnutrita è una persona che non ha un accesso duraturo ad alimenti sufficienti, sicuri e nutrizionalmente adeguati. Anche mangiare “male”, quindi è malnutrizione, così come le infezioni alimentari, l'obesità, le diete squilibrate ecc.

Certo è che, soprattutto nei sud del mondo, la crisi alimentare è una questione di accesso al cibo. Un errore comune, spesso alimentato dalle stesse politiche di governi ed organizzazioni internazionali, è quello di ridurre la questione ad una presunta scarsità di cibo e risorse. Non è così: il problema non è la mancanza di cibo ma l'accesso. Migliaia di piccoli produttori ed agricoltori sono stati messi in ginocchio da politiche internazionali e regole commerciali scellerate, a vantaggio delle economie più avanzate.

La Giornata mondiale dell'alimentazione, istituita dalla FAO nel 1981, vuole quindi promuovere politiche mirate, sollecitando investimenti pubblici e privati, promuovendo il trasferimento di conoscenze tecniche e incoraggiando la partecipazione delle popolazioni rurali.

Cosa fare oggi?

Firma la petizione 1billionhungry

Accadde oggi:

  • 1846: primo uso come anestetico dell'etere da parte del medico americano William Morton, padre della chirurgia indolore.
  • 1869: l'Università di Cambridge inaugura il Girton College, il primo college femminile del mondo.
  • 1902: primo utilizzo della comparazione delle impronte digitali ad opera dell'investigatore francese Alphonse Bertillon.
  • 1945: a Quebec viene fondata la FAO, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura.
  • 1973: Henry Kissinger e Le Duc Tho ricevono il Premio Nobel per la Pace grazie agli sforzi fatti per porre fine al conflitto vietnamita.
  • 1992: Rigoberta Menchù Tum, pacifista guatemalteca, ottiene il Premio Nobel per la Pace come riconoscimento dei suoi sforzi per la giustizia sociale e la riconciliazione etno-culturale basata sul rispetto per i diritti delle popolazioni indigene.
  • 1998: i nordirlandesi John Hume e David Trimble ricevono il Premio Nobel per la Pace grazie al loro impegno nell'accordo di pace per il Nord Irlanda e per il loro sforzo per trovare una soluzione politica nella tormentata provincia.
  • 2000: il giornalista Antonio Russo viene ritrovato morto in Georgia, dove si trovava in qualità di inviato per documentare la guerra in Cecenia. Le circostanze della morte non sono mai state chiarite, ma vengono avanzate pesanti accuse al governo di Putin, a causa del materiale scottante raccolto da Russo riguardante le violenze dei reparti speciali russi ai danni della popolazione cecena.
  • 2005: a Locri (Reggio Calabria) Francesco Fortugno viene assassinato dalla mafia mentre ricopriva la carica di vicepresidente del Consiglio Regionale della Calabria.

Yuan Longping

Wolffund.org.il

Wolffund.org.il

Uno dei successi più strabilianti della Cina contemporanea è stato il miglioramento della sicurezza alimentare per decine di milioni di contadini poveri. Questo processo, cominciato negli anni ’60 dopo la carestia determinata dalla catastrofica dottrina maoista del “grande balzo in avanti”, trova nella figura di Yuan Longping, agronomo e studioso del riso, uno dei protagonisti indiscussi. Nato a Pechino nel 1930, diplomato in scienze agrarie, all’inizio degli anni ’60, come professore alla “Scuola agraria di Anjiang”, comincia a compiere ricerche sul riso per sviluppare una qualità migliore e più produttiva: dopo più di 10 anni di studio sul campo Yuan giunge, attraverso complicati incroci e ibridazioni sempre con metodi naturali, al “riso ibrido”, una qualità del 30% più produttiva. Oggi oltre il 60% del riso coltivato in Cina è ibrido: grazie a questa innovazione la produzione in 50 anni è passata da circa 6 milioni di tonnellate l’anno agli odierni 20 milioni, sfamando quasi 100 milioni di persone. Yuan Longping, premiato più volte per le sue ricerche e consulente della FAO, continua la sua opera diffondendo la sua qualità di riso in tutti i continenti.

Per approfondire.

Diventa fan di Unimondo su Facebook

Il testo è riproducibile in parte o in toto da tutti i media italiani citando la fonte e dandone comunicazione a Unimondo.
Se il lettore nota carenze od omissioni può scrivere a [email protected] Le descrizioni dei personaggi qui riportate sono state rese possibili grazie al sostegno della Provincia Autonoma di Trento (PAT).
Il tutto è stato raccolto in un opuscolo edito dalla PAT dal titolo "Una persona un giorno".