7 Novembre

Smonta il bullo

it.123rf.com

Ci sono molti luoghi comuni in circolazione riguardo il fenomeno del bullismo: ad esempio, che esso sia tipico di ambienti degradati e marginali o che riguardi unicamente i maschi. In realtà, episodi di bullismo possono avvenire in qualsiasi quartiere, di qualsiasi città, a prescindere dal contesto culturale e sociale e riguarda sia i ragazzini che le ragazzine. Magari cambiano le forme (violenza fisica nel primo caso, pressioni psicologiche nel secondo) ma i soprusi dei ragazzi non fanno distinzione di sesso.

Chi fa bullismo, solitamente tende a sfruttare le debolezze altrui per attirare su di sé l’attenzione di compagni ed insegnanti. Le forme di questa violenza possono essere varie: verbale (quando un ragazzino, ad esempio, viene preso in giro o minacciato), psicologico (ogni volta che qualcuno viene volutamente ignorato o escluso dal gruppo) e fisico. Recentemente il bullismo si avvale persino delle moderne tecnologie, tanto che è stato coniato il termine cyberbullismo, che è quello che si esprime tramite messaggi molesti, foto o video su telefonini, chat & social network.

L’ambiente scolastico, il modo in cui gli insegnati si relazionano coi ragazzi, il dialogo scuola-famiglia, il coinvolgimento di collaboratori scolastici, sono fattori che incidono molto sul sorgere di episodi di violenza ed esclusione nei confronti dei soggetti più indifesi. Per questo esistono diversi programmi, come la campagna Smonta il Bullo, che mirano a prevenire ed a costruire, tramite la comunicazione, relazioni educative forti tra ragazzi, famiglie ed insegnanti.

Cosa fare oggi?

Bullismo? Parlane col tuo insegnante

Accadde oggi:

  • 1893: le donne ottengono il diritto di voto in Colorado.
  • 1910: muore Lev Tolstoj, scrittore,drammaturgo e filosofo russo, autore di celebri opere come Guerra e Pace, teorico dell'etica della non violenza e antesignano della filosofia nonviolenta contemporanea.
  • 1980: muore Mimmo Beneventano, giovane consigliere comunale, ucciso dalla camorra per aver denunciato l'abusivismo edilizio in un'area protetta.
  • 1989: con l'elezione a Governatore della Virginia, Douglas Wilder diventa il primo afro-americano eletto governatore negli Stati Uniti.

7 Novembre nel mondo

  • Catalogna del Nord: anniversario del Trattato dei Pirenei

Alexander Dubcek

Biografieonline.it

Biografieonline.it

Fautore del “socialismo dal volto umano”, la figura di Alexander Dubcek è inscindibilmente legata alla “primavera di Praga” ossia il tentativo di riformare in senso democratico il sistema comunista dell’Europa dell’est, soffocato dai carri armati sovietici nell’agosto 1968. Nato in Slovacchia nel 1921, dopo anni passati con la famiglia in Unione Sovietica, tornò in patria durante la seconda guerra mondiale partecipando alla resistenza e lavorando come operaio. Nel 1951 iniziò come deputato la sua carriera politica che lo portò fino ad essere nominato, nel gennaio 1968, segretario generale del partito comunista cecoslovacco. Da quella posizione mise subito in campo una serie di riforme politiche e sociali che, pur mantenendo la centralità del partito unico, promettevano ampi spazi di libertà. Forte di un grande sostegno popolare e nonostante le minacce di Mosca Dubcek continuò la sua opera di cambiamento fino all’invasione del paese da parte delle truppe del Patto di Varsavia. Espulso dal partito e ridotto al silenzio Dubcek ritornò a lavorare come manovale in Slovacchia. Soltanto dopo vent’anni riemerse dall’ombra diventando protagonista della transizione democratica del suo paese: nei primi anni ’90 cercò inutilmente di evitare la divisione della Cecoslovacchia. Morì nel 1992 a seguito di un incidente stradale poco chiaro.

Per approfondire.

Diventa fan di Unimondo su Facebook

Il testo è riproducibile in parte o in toto da tutti i media italiani citando la fonte e dandone comunicazione a Unimondo.
Se il lettore nota carenze od omissioni può scrivere a [email protected] Le descrizioni dei personaggi qui riportate sono state rese possibili grazie al sostegno della Provincia Autonoma di Trento (PAT).
Il tutto è stato raccolto in un opuscolo edito dalla PAT dal titolo "Una persona un giorno".