20 Luglio

Caschi bianchi

diocesiandira.it

I Caschi bianchi sono giovani volontari/e in servizio civile all'estero impegnati in missioni di promozione della pace, dei diritti umani, dello sviluppo e della cooperazione fra i popoli. Il progetto si fonda sull’eredità lasciata dagli obiettori di coscienza, nel percorso di costituzione dei corpi civili di pace, basati sui principi della difesa popolare nonviolenta, in situazioni di conflitto armato o di violenza strutturale e negazione dei diritti umani. Essi operano per la costruzione di una pace positiva, che non significa semplicemente assenza di conflitto, in territori difficile come Tanzania, Burkina Faso, Kenya, Ruanda, Benin, Sudan, Kossovo, Israele, India, Venezuela, Perù. Un aspetto fondamentale dell'esperienza dei caschi bianchi è l'informazione ed in questo senso s'inserisce l'iniziativa Antenne di Pace. E' necessario, infatti, fornire un'informazione che non sia solo più completa rispetto a quella ufficiale, ma che soprattutto non esuli dal mettere in evidenza la sofferenza di tanti esseri umani che sta dietro le notizie, i conflitti, i processi di pacificazione o le realtà di sottosviluppo e di crisi economica, affinché questa sofferenza non sia vana, ma sappia parlare al cuore delle persone, spingendole a un atteggiamento che superi la facile tentazione di affidarsi a giudizi ed opinioni prefabbricate.

Cosa fare oggi?

Hai mai pensato al servizio civile nei Caschi bianchi?

Accadde oggi:

  • 1923: muore assassinato Pancho Villa, rivoluzionario messicano, condottiero del popolo nella rivolta dei peones contro il regime dittatoriale di Porfirio Diaz.
  • 1937: muore Guglielmo Marconi, inventore che sviluppò un sistema di telegrafia senza fili via onde radio, la cui evoluzione portò allo sviluppo dei moderni mezzi di telecomunicazione come la televisione, la radio , il telefono cellulare, il telecomando.
  • 1960: Sirimavo Bandaranaike viene elette primo Ministro in Sri Lanka (all'epoca Ceylon), diventando la prima donna al mondo ad essere a capo di un governo.
  • 1969: il comandante Neil Amstrong dell’Apollo XI è il primo uomo a mettere piede sulla Luna.
  • 2001: durante gli scontri a Genova, in occasione del G8, viene ucciso con un colpo di pistola Carlo Giuliani.

20 Luglio nel mondo

  • Colombia: indipendenza dalla Spagna, 1810
  • Repubblica Turca di Cipro: giorno della pace e della libertà

Jacques Delors

It.wikipedia

It.wikipedia

Nato a Parigi il 20 luglio 1925, Delors è stato un politico francese di lungo corso e primo Presidente della Commissione Europea, incarico che ha mantenuto dal 1985 al 1995. Laureato in scienze economiche, dopo aver lavorato presso la Banca di Francia e come consigliere economico di presidenti e primi ministri, nel 1974 aderisce al Partito socialista di Mitterand e ne diventa uno dei dirigenti più ascoltati, a coronamento di un percorso incominciato nella sinistra cristiana di ispirazione personalista. Ministro dell’economia e delle finanze dal 1981 al 1984, Delors è ricordato soprattutto per il suo ruolo europeo: durante la sua presidenza, segnata dalla caduta del muro di Berlino, l’Unione ha fatto grandissimi passi avanti mediante il Trattato di Maastricht che ha posto le basi per la nascita dell’euro e gli accordi di Schengen che hanno aperto alla libera circolazione delle persone. Europeista convinto, fautore di un processo di integrazione forte dei popoli del vecchio continente, attivo anche nelle organizzazioni internazionali, aperto a una visione di futuro inclusiva e attenta alle trasformazioni globali, Delors resta una figura di riferimento per la politica dell’Europa.

Per approfondire.

Diventa fan di Unimondo su Facebook

Il testo è riproducibile in parte o in toto da tutti i media italiani citando la fonte e dandone comunicazione a Unimondo.
Se il lettore nota carenze od omissioni può scrivere a [email protected] Le descrizioni dei personaggi qui riportate sono state rese possibili grazie al sostegno della Provincia Autonoma di Trento (PAT).
Il tutto è stato raccolto in un opuscolo edito dalla PAT dal titolo "Una persona un giorno".