18 Luglio

Mandela Day

blogs.sundaymercury.net

E' stato il simbolo dell'integrazione, Nelson Mandela. Primo presidente nero del Sudafrica, dopo la fine dell'apartheid, Nobel per la Pace nel 1993, è stato un protagonista assoluto della storia del suo paese e del pianeta intero. Durante l'apartheid Nelson organizzò e partecipò ad azioni di sabotaggio e guerriglia contro il governo razzista sudafricano. Per questo venne arrestato e fu segregato in carcere per 27 anni. Fu liberato l'11 febbraio 1990, dopo forti pressioni della comunità internazionale e su ordine dell'allora presidente De Klerk. Divenuto libero cittadino e presidente dell'Anc, Mandela si candidò e venne eletto primo presidente nero della nazione. Rimase alla guida del Sudafrica dal 1994 al 1999. E' da tutti considerato un eroe che ha lottato per la libertà del suo Paese. Una volta ritiratosi dalla vita politica, ha continuato la sua attività d’impegno per i diritti civili e sociali lavorando con molte associazioni e ricevendo numerose onorificenze. Durante i mondiali di calcio in Sudafrica del 2010, da lui fortemente voluti, non ha potuto presiedere alla cerimonia di apertura a causa di un grave lutto in famiglia: la nipote tredicenne, infatti, ha perso la vita in un incidente automobilistico proprio alla vigilia della manifestazione. Tuttavia ha presenziato, a sorpresa, alla cerimonia di chiusura, poco prima che le due finaliste scendessero in campo. Eè morto il 5 dicembre 2013 a Johannesburg.

Cosa fare oggi?

Leggere il libro "Lungo cammino verso la libertà" di Nelson Mandela

Accadde oggi:

  • 1918: nasce Nelson Mandela, primo Presidente del Sudafrica dopo la fine dell'apartheid e premio Nobel per la pace, per il suo enorme contributo nella lotta alla discriminazione razziale.
  • 1979: viene ucciso a Torino da un gruppo armato di Prima Linea il barista calabrese Carmine Civitate.
  • 1997: l'americano Dave Winer sviluppa il software che darà vita al diffusissimo strumento di comunicazione multimediale del blog.

18 Luglio nel mondo

  • Mondo: Mandela Day
  • Uruguay: giorno della costituzione

Nelson Mandela

Musicroom.it

Musicroom.it

Non servirebbero presentazioni per un'icona vivente della lotta per la libertà, come è Nelson Mandela, una figura riconosciuta e amata a livello internazionale tanto che il giorno della sua nascita, il 18 luglio 1918, è celebrato in tutto il mondo come Mandela day. Dopo Gandhi, il politico sudafricano (che ha in comune con il Mahatma la professione di avvocato) è senza dubbio l'esempio più significativo di una lunga e vittoriosa battaglia per la libertà che ha innervato tutta la sua vita. Comincia la sua attività politica a Johannesburg nel dopoguerra dopo la vittoria nel 1948 del Partito Nazionale, una formazione politica bianca e segregazionista che impone l'apartheid, diventando nel 1952 uno dei leader dell'African national congress, il movimento per la liberazione dei neri. Dapprima come avvocato difende la causa dei membri della resistenza accusati di vari reati, poi nel 1961 diviene capo della campagna di sabotaggio contro l'esercito, teorizzando anche la possibilità della lotta armata e della guerriglia, idea poi sostituita dai metodi nonviolenti. Imprigionato nel 1963 passa in carcere ben 27 anni, diventando il riferimento politico e morale di tutti i sudafricani contrari all'apartheid. A seguito delle pressioni internazionali e del successo della lotta dei neri, viene liberato l'11 febbraio 1990. Dopo aver ricevuto il premio Nobel per la pace nel 1993 (il più importante dei numerosissimi riconoscimenti avuti), diventa il primo presidente del Sudafrica democratico, carica tenuta dal 1994 al 1999. La sua figura è diventa uno stimolo per chiunque si batte con tenacia per la libertà.

Per approfondire.

Diventa fan di Unimondo su Facebook

Il testo è riproducibile in parte o in toto da tutti i media italiani citando la fonte e dandone comunicazione a Unimondo.
Se il lettore nota carenze od omissioni può scrivere a [email protected] Le descrizioni dei personaggi qui riportate sono state rese possibili grazie al sostegno della Provincia Autonoma di Trento (PAT).
Il tutto è stato raccolto in un opuscolo edito dalla PAT dal titolo "Una persona un giorno".