29 Dicembre

Porta la sporta!

diytrade.com

Non solo pane, carne, frutta e verdura. Andando al supermercato, è difficile tornare a casa senza della plastica. Prima di tutto, quella dei sacchetti della spesa. Ma anche quella che confeziona i prodotti stessi, venduti sugli scaffali. Plastica che poi verrà gettata e dispersa nell’ambiente sotto forma di rifiuti.

Si calcola che la sua produzione assorba l’8% della produzione mondiale di petrolio, con 240 milioni di tonnellate prodotte ogni anno. Il 96% della plastica non viene riciclato, deturpando ed inquinando l’ambiente per centinaia di anni. Il sacchetto di plastica è infatti uno dei rifiuti che più comunemente si trovano dispersi nel pianeta. Essi uccidono ogni anno oltre centomila animali: mammiferi marini, tartarughe, uccelli, che li scambiano per cibo o vi rimangono intrappolati.

A contribuire a questo deturpamento, sicuramente la cultura dell’usa e getta. Quasi la metà della quantità di plastica prodotta annualmente viene impiegata per produrre articoli monouso o imballaggi che vengono buttati entro l'anno.

Per invertire questa tendenza, esistono campagne che invitano a portarsi il sacchetto, di stoffa, da casa, evitando così di farsi dare i sacchetti di plastica al supermercato. Le campagne sensibilizzano anche aziende, scuole e pubbliche istituzioni all’utilizzo di prodotto biodegradabili.

Cosa fare oggi?

Scegli i prodotti confezionati in contenitori di vetro o di metallo ed evita le monodosi.

Accadde oggi:

  • 1890: massacro di Wounded Knee. I soldati statunitensi massacrano oltre 400 uomini, donne e bambini della Grande Nazione Sioux in Sud Dakota.
  • 1891: Thomas Edison brevetta la radio.
  • 1912: nasce Renato Mieli, giornalista italiano fondatore dell'Agenzia Nazionale Stampa Associata (ANSA), la principale agenzia di stampa italiana.
  • 1953: nasce Stanley Williams, criminale statunitense, fondatore dei Crips, una delle gang di strada più celebri. Dopo essere stato condannato a morte, mentre si trovava in carcere divenne un attivista contro le gang, scrivendo libri a sostegno della non violenza indirizzati ai ragazzi di strada. Si stima che tali pubblicazioni abbiano contribuito a sottrarre dalla criminalità più di 100.000 giovani.
  • 1996: il governo del Guatemala e i capi dell'Unione Rivoluzionaria Nazionale Guatemalteca firmano un accordo di pace che pone fine a 36 anni di guerra civile con più di 100.000 morti.

29 Dicembre nel mondo

  • Mongolia: indipendenza dalla Cina, 1911

Mary Dann

Schools.utah.gov

Schools.utah.gov

Il 29 dicembre 1890 a Wounded Knee si consumò la più tragica strage di indiani Sioux perpetrata dall’esercito americano. Ma la conquista delle terre indiane non avvenne soltanto mediante la violenza e le armi ma anche con la violazione dei trattati stipulati dal governo stesso con le varie tribù che popolavano le grandi praterie. È il caso del trattato di Ruby Valley che, nel 1868, assegnava alla Nazione degli Shoshoni occidentali il 90 % dell’attuale Nevada e altri territori. Ma questo accordo venne subito dimenticato. Mary Dann (1923?-2005), discendente diretta dei Shoshoni, nel corso degli anni ’70 del XX secolo, guidò un movimento popolare volto a fare riconoscere al governo americano la validità del trattato. Inoltre, proprio nella zona indiana, dal 1951 al 1990, vennero effettuati test atomici atmosferici: la battaglia di Dann divenne anche una lotta ambientalista per tutelare, per quanto possibile, il loro tradizionale stile di vita. Se le battaglie legali portarono a una postuma vittoria indiana, almeno sul piano del diritto, Mary Dann insieme alla sorella Corrie riuscirono a vivere sempre nel loro ranch cercando di far sussistere la Nazione indiana.

Per approfondire.

Diventa fan di Unimondo su Facebook

Il testo è riproducibile in parte o in toto da tutti i media italiani citando la fonte e dandone comunicazione a Unimondo.
Se il lettore nota carenze od omissioni può scrivere a [email protected] Le descrizioni dei personaggi qui riportate sono state rese possibili grazie al sostegno della Provincia Autonoma di Trento (PAT).
Il tutto è stato raccolto in un opuscolo edito dalla PAT dal titolo "Una persona un giorno".