11 Agosto

EuropAfrica, terre contadine

portalino.org

L'Africa e l'Europa sono accomunate da un'attività in particolare: l'agricoltura. Questo settore è fondamentale per i paesi africani, così come lo è per molte nazioni del Vecchio Continente. C'è, però, una sostanziale differenza. In Europa le condizioni di lavoro e la sostenibilità sono ben diverse. In Africa questi sono ancora punti dolenti. Per questo è nata la campagna "EuropAfrica: per una agricoltura solidale nel Nord come nel Sud del mondo" che mette in rete le organizzazioni contadine e la società civile africana ed europea in una riflessione e in un’azione comune rispetto alle grandi questioni delle politiche agroalimentari, del commercio agricolo e della cooperazione internazionale legata al commercio equo e sostenibile. La campagna si batte per la sovranità alimentare, ovvero per il diritto per tutti di definire politiche agricole che permettano sia in Africa sia in Europa di rafforzare i mercati regionali, favorendo processi di integrazione e di coesione a beneficio di tutti i cittadini. Attorno a questa iniziativa si sono raccolte molte associazione europee che hanno l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini e fare in modo che possa essere possibile uno sviluppo sostenibile in Africa, dove la vita rurale rappresenta un aspetto centrale dell'economia.

Cosa fare oggi?

Acquista alimentari equi e solidali

Accadde oggi:

  • 1886: muore Lydia Koidula, la prima autrice di poesia patriottica della letteratura estone. Fu una pioniera del giornalismo femminile estone.
  • 1957: muore Rudolf Weigl, biologo polacco, noto per aver inventato il primo efficace vaccino contro il tifo esantemico.
  • 1972: muore Max Theiler, medico sudafricano, vincitore nel 1951 del premio Nobel per la medicina, grazie alla sua scoperta di un vaccino contro la febbre gialla.
  • 2003: la NATO prende il comando della forza di peacekeeping in Afghanistan, dando vita alla prima grande operazione al di fuori dell'Europa nei suoi 54 anni di storia.
  • 2006: muore Hina Saleem, ragazza pakistana, uccisa in Italia dai parenti come punizione per non volersi adeguare agli usi tradizionali della cultura d'origine. Il delitto è stato per molto tempo al centro delle cronache perché ha portato alla ribalta il problema della convivenza tra culture molto diverse.

 

11 Agosto nel mondo

  • Ciad: indipendenza dalla Francia, 1960

 

Ibrahim Abouleish

Worldfuturecouncil.org

Worldfuturecouncil.org

Nato nel 1937 in Egitto da una facoltosa famiglia di industriali, Ibrahim Abouleish studia chimica e medicina in Austria, conseguendo il dottorato in farmacia nel 1969. Dopo aver lavorato presso vari centri di ricerca farmaceutica, nel 1975, a seguito di un viaggio in patria in cui si rende conto dell’arretratezza del paese soprattutto in campo agricolo, Abouleish decide di mettere a frutto le sue competenze nell’impresa più difficile: quella di rendere fertile il deserto. Viene così fondata nel 1977 la comunità agricola Sekem (che in egiziano antico indica il sole), un progetto che unisce innovazione e cura per il rapporto con la terra, economia e cultura, e che coinvolge in uno stile di vita comune circa 2 mila persone. Applicando in un contesto particolare l’approccio steineriano alla realtà, Sekem è diventata negli anni un punto di riferimento per l’agricoltura biodinamica, la sede di numerose iniziative di sviluppo e un luogo di residenza in cui gli abitanti possono svolgere le loro attività lavorative in un contesto a misura d’uomo.

Per approfondire.

Diventa fan di Unimondo su Facebook

Il testo è riproducibile in parte o in toto da tutti i media italiani citando la fonte e dandone comunicazione a Unimondo.
Se il lettore nota carenze od omissioni può scrivere a [email protected] Le descrizioni dei personaggi qui riportate sono state rese possibili grazie al sostegno della Provincia Autonoma di Trento (PAT).
Il tutto è stato raccolto in un opuscolo edito dalla PAT dal titolo "Una persona un giorno".