1 Agosto

Cosa resta di Expo

urbanfile.blogspot.com

L'Esposizione universale 2015 è stata organizzata a Milano. Il tema proposto per l’ Expo è stato "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita" e vuole includere tutto ciò che riguarda l'alimentazione, dal problema della malnutrizione e della mancanza di cibo per alcune zone del mondo, a quello dell'educazione alimentare, fino alle tematiche legate agli Ogm. L'evento ha portato un investimento di circa 20 miliardi di euro in infrastrutture e, alla luce di queste cifre, in molte realtà ci si sta interrogando su come sfruttare questo evento per uno sviluppo sostenibile della città. Il 2015 è stato un'anno  importante non solo per la città di Milano, ma per tutta l'umanità, in quanto anno stabilito dalle Nazioni Unite per il perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio. Partendo da questa constatazione il “Coordinamento Expo Giusto” ha proposte iniziative affinché l'Expo 2015 rimanesse coerente al suo slogan.

Cosa fare oggi?

Informati sugli Obiettivi del Millennio promossi dalle Nazioni Unite

Accadde oggi:

  • 1498: Cristoforo Colombo scopre il Venezuela.
  • 1774: scoperta ufficiale dell'ossigeno ad opera di Joseph Priestley.
  • 1776: firma formale della Dichiarazione d'Indipendenza degli Stati Uniti d'America.
  • 1778: nasce John Collins Warren, medico statunitense, famoso per aver praticato il primo intervento in anestesia.
  • 1834: la schiavitù viene abolita nell'Impero britannico.
  • 1895: El Salvador, Honduras e Nicaragua formano l'Unione Centro Americana.
  • 1920: Mahatma Gandhi da il via in India alla campagna di disobbedienza civile.
  • 1938: nasce Jacques Diouf, politico e diplomatico senegalese, dal 1994 direttore generale della FAO.
  • 1975: ad Helsinki i capi di Stato e di Governo di 35 paesi si riuniscono per la firma dell'Atto Finale della Conferenza sulla Sicurezza e sulla Cooperazione in Europa (CSCE). E' il primo passo verso la nascita dell'OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa).
  • 2005: in tutta l’Unione Europea entra in vigore il divieto di pubblicizzare il tabacco in radio, televisione, carta stampata e Internet.
  • 2010 Entra in vigore il Trattato per la massa al bando delle bombe a grappolo.

1 Agosto nel mondo

  • Svizzera: festa nazionale, 1291
  • Benin: indipendenza dalla Francia, 1960
  • Barbados e Trinidad e Tobago: giorno dell'emancipazione dalla schiavitù
  • Repubblica Democratica del Congo: giorno dei genitori
  • Nicaragua: giorno della “Fiesta”

René Dumont

Babelio.com

Babelio.com

Teorico di un’agricoltura sostenibile, sociologo, attivista per l’ambiente e politico ecologista, René Dumont (1904- 2001) nella sua lunga vita ha spesso anticipato i tempi ponendo l’attenzione su temi allora pioneristici che ponevano l’accento sulle criticità della coltivazione intesiva e “tecnologica” e sul rapporto tra carenza di cibo e sfruttamento della terra e delle persone, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Nato in Francia da una famiglia molto attenta alle questioni agrarie, nel 1929, dopo essersi diplomato come esperto di agricoltura, si trasferì in Vietnam dove attaccò i metodi del colonialismo francese che imponevano ai contadini di lavorare la terra con l’utilizzo massiccio di fertilizzanti. La sua critica a un modello di sviluppo disumanizzante e foriero di squilibri economici fu una costante del suo lunghissimo impegno (dal 1933 al 1974) come professore di agraria in svariate università francesi. In questi decenni visitò numerosissimi paesi in tutto il mondo raccontando in libri di successo come la fame si potesse sconfiggere soltanto dando possibilità ai contadini divenire piccoli proprietari. Accanto a questa azione Dumont si interessò di politica: pacifista convinto, fondatore dei verdi francesi, si candidò alle elezioni presidenziali del 1974.

Per approfondire.

Diventa fan di Unimondo su Facebook

Il testo è riproducibile in parte o in toto da tutti i media italiani citando la fonte e dandone comunicazione a Unimondo.
Se il lettore nota carenze od omissioni può scrivere a [email protected] Le descrizioni dei personaggi qui riportate sono state rese possibili grazie al sostegno della Provincia Autonoma di Trento (PAT).
Il tutto è stato raccolto in un opuscolo edito dalla PAT dal titolo "Una persona un giorno".