#iorestoacasa

In questi giorni si sta vivendo un clima di psicosi collettiva e molte fake news stanno circolando. Invitiamo tutti ad affidarsi alle informazioni scientifiche e corrette che si trovano sul sito del Ministero della Salute, a seguire i consigli che esso dà e, se avete ulteriori dubbi, consultate qui le indicazioni aggiornate e divulgate sempre dal Ministero. Qui trovate il vademecum "Cosa fare in caso di dubbi" e tutte le informazioni sul nuovo decreto "#iorestoacasa" che estende a tutta Italia le limitazioni delle aree più colpite. Le persone che temono di essere entrate in contatto con soggetti infetti, ma che non hanno alcun sintomo o che presentano sintomi lievi come febbre e/o tosse senza difficoltà respiratoria, non devono chiamare il 118 e non devono recarsi in ospedale.  Le regioni italiane hanno istituito dei numeri verdi per rispondere alle richieste di informazioni sul coronavirus e sulle misure urgenti per il contenimento del contagio, a partire dai territori dove si sono verificati i focolai. Ai numeri regionali si aggiungono il numero unico nazionale 1500 del Ministero della Salute e il 112, quest'ultimo solo per la segnalazione dei casi, per le persone che hanno dei sintomi o delle necessità. La popolazione è invitata comunque a recarsi nei pronto soccorso e a chiamare i numeri di emergenza soltanto se strettamente necessario: non andare assolutamente in ospedale se si hanno presunti sintomi da coronavirus. 

Ecco tutti i numeri verdi regionali:

  • Piemonte: 800.333.444
  • Valle d'Aosta: 800.122.121
  • Lombardia: 800.89.45.45
  • Alto Adige: 800.751.751
  • Veneto: 800.46.23.40
  • Friuli-Venezia Giulia 800.500.300
  • Toscana: 800.55.60.60
  • Umbria: 800.63.63.63
  • Marche: 800.93.66.77
  • Emilia-Romagna: 800.033.033
  • Campania: 800.90.96.99
  • Calabria: 800.76.76.76
  • Lazio: 800.11.88.00
  • Provincia autonoma di Trento: 800.867.388
  • Sicilia: 800.458.787

Inoltre visto le recenti disposizioni nazionali e provinciali relative alle misure precauzionali per contrastare la diffusione del Coronavirus (COVID-19), gli eventi previsti fino al 13 aprile sono stati annullati. Mille grazie.