Liberia: tra epidemia di colera e prospettive di ricostruzione

Stampa

Operatori di MSF in Liberia - da Msf

A Monrovia, capitale della Liberia, si registra un improvviso aumento di casi di colera, riporta Medici Senza Frontiere (MSF) che ha deciso di riprendere l'unità per il trattamento del colera nell'ospedale cittadino JFK e sta incrementando le sue attività. "La settimana scorsa abbiamo ammesso 125 casi gravi al centro per il trattamento del colera, rispetto ai 46 della settimana precedente" - segnala "La settimana scorsa abbiamo ammesso 125 casi gravi al centro per il trattamento del colera, rispetto ai 46 della settimana precedente" - ha detto Tom Quinn capo missione per MSF in Liberia.

La causa specifica dell'epidemia non è ancora stata identificata e i casi continuano ad arrivare da aree diverse della città. Il colera è endemico in Liberia. Nel corso degli anni scorsi Monrovia ha visto il susseguirsi di epidemie in coincidenza con la stagione delle piogge. La mancanza di accesso all'acqua potabile e le scarse condizioni igieniche contribuiscono al ripetersi e alla gravità dell'epidemie. MSF sta inoltre rispondendo all'epidemia di colera nella contea di Frand Bassa. Fino ad ora sono stati riportati 190 casi e tre morti. Le attività includono il trattamento della malattia, educazione sanitaria e clorinazione dei pozzi e dell'acqua utilizzata per bere.

Intanto il Programma dell'Onu per lo sviluppo (Undp) sulla Liberia ha pubblicato il primo rapporto dalle prime elezioni libere dopo 14 anni di conflitto, che lo scorso anno hanno portato alla presidenza l'economista Ellen Johnson Sirleaf. Il documento intitolato "Mobilitare le abilità per la ricostruzione e lo sviluppo", dopo aver enumerato le conseguenze del conflitto civile sullo sviluppo umano - "alti tassi di mortalità infantile e materna, ostacoli per la crescita dei bambini e alti tassi di analfabetismo", nonché fuga di cervelli e bisogno di riforme - propone anche soluzioni pratiche affinché il nuovo governo promuova passi avanti nello sforzo di ricostruzione.

Tra questi, la riforma dell'amministrazione pubblica e il cosiddetto 'Tokten' (Trasferimento di conoscenze attraverso i cittadini espatriati), secondo il quale i professionisti emigrati vengono richiamati per brevi visite in patria per condividere le abilità acquisite all'estero. Ma soprattutto propone "pieni poteri alla popolazione per diventare il motore del proprio sviluppo; aiutarla a individuare iniziative di sviluppo e imparare dalle esperienze proprie e altrui così che l'imprenditoria e l'innovazione diventino parte integrante del loro processo di sviluppo" . [GB]

Ultime su questo tema

Città città delle mie brame, chi è la più ecologica del reame?

19 Novembre 2019
La ricerca Ecosistema Urbano 2019 ha valutato 18 parametri che determinano la classifica delle performance ambientali delle nostre città. (Alessandro Graziadei)

La repubblica dei giovani

16 Novembre 2019
 Prizren. L’arrivo in città, che conta 120.000 abitanti, è un tripudio di moschee e bandiere albanesi legate con forza ai balconi. (Matthias Canapini) 

Cile: e la allegria?

15 Novembre 2019
Possiamo solo essere grati al popolo cileno per dimostrarci che sí se puede. (Michela Giovannini)

L’Italia non sa dove mettere (almeno) 2,1 milioni di tonnellate di rifiuti speciali l’anno

15 Novembre 2019
A causa della carenza impiantistica i costi di smaltimento sono cresciuti del 40% negli ultimi due anni, con aggravi da 1,3 miliardi di euro che finiranno per colpire i prezzi dei prodotti acquista...

Lettera al mondo

15 Novembre 2019
Il campo di Moira dovrebbe ospitare circa 3 mila persone, oggi ce ne sono 5 volte tante, ma aumentano giorno dopo giorno. Le condizioni di sicurezza sono tali che andare in bagno da soli significa...

Video

Obiettivi di Sviluppo del Millennio