Aifo: premio al medico indiano Daisy Kandhatil

Stampa

Domenica 23 ottobre Daisy Kandhatil, medico indiano, sarà insignita del Premio Follereau - Damien, conferito dal Cercle de Solidarité Follereau-Damien. L'idea del Premio, che è alla sua prima edizione, è nata dall'esigenza di unificare le iniziative che le associazioni del Cercle da molti anni portavano avanti individualmente per conferire un riconoscimento a persone che si sono distinte nella costruzione della Civiltà dell'Amore, proseguendo l'opera di Raoul Follereau e di Padre Damien, dal cui pensiero trae ispirazione l'attività del Cercle e delle associazione che lo compongono.

Nata a Vaikom, nello stato indiano del Kerala, Daisy Kandathil si è laureata in Chimica (Università di Kerala) e in Medicina (Università di Roma), specializzandosi in Medicina Tropicale. Dal 1967 al 1969 ha esercitato la professione di medico in due ospedali missionari indiani. Con alcune colleghe ha ideato e diretto un progetto pilota contro la lebbra e la tubercolosi, inserito in un programma di medicina di base. Questo intervento, Progetto Cochin, di cui è stata responsabile fino al 1989, è stato avviato nel 1970 ed è finanziato dall'AIFO dal 1982. Nel 1989 Daisy è stata incaricata di rappresentare i Progetti AIFO in India, ruolo in cui è stata sostituita, a partire dal 2002, da Jose Varghese Manikkathan. Attualmente è ritornata a Cochin in qualità di responsabile del Progetto ed è inserita nell ' organigramma dell 'Ufficio di Coordinamento AIFO in India con il titolo di "Consulente onorario" .

Il Cercle de Solidarité Follereau-Damien è una struttura fondata nel 1996 da quattro associazioni che si ispirano al pensiero e all'eredità spirituale di Raoul Follereau e di Padre Damien. Oggi è composta da: l'Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau, l'Association Suisse Raoul Follereau, la Fondation Damien (Belgio), l'associazione portoghese M㣀os Unidas Padre Dami㣀o, l ' Association Raoul Follereau Guyane e la Fondation Luxembourgeoise Raoul Follereau. Il Cercle de Solidarité ha per obiettivo di creare delle linee multiple al fine di assicurare la diffusione del pensiero di Raoul Follereau e di Padre Damien, di creare delle sinergie nell'ambito dell'informazione e di realizzare insieme dei progetti socio-sanitari e di sviluppo con i partners del territorio.

Il Premio Follereau - Damien sarà consegnato alla dottoressa Kandathil nel corso del Convegno nazionale AIFO, che si svolgerà a Montesilvano (Pescara) il 22 e 23 ottobre, con il titolo "La Civiltà è Amore. Il volontariato, tra dono e gratuità, nell'era del marketing: sfide, vie, scelte".

Ultime su questo tema

Afghanistan 2019: annus horribilis

18 Gennaio 2020
Indiscrezioni danno per imminente una tregua ma l’anno appena finito si chiude con un bilancio nefasto per i civili. 

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il viaggiare…

16 Gennaio 2020
Tra il 2016 e il 2030 le emissioni di CO2 del turismo legate ai trasporti dovrebbero aumentare del 25%. (Alessandro Graziadei)

Direzione Caucaso

15 Gennaio 2020
Allungo i documenti attraverso il pallido vetro del botteghino. Rapide domande, timbro sul passaporto e via verso Tbilisi. (Matthias Canapini)

La Libia che non ci dicono o peggio, che non conoscono

14 Gennaio 2020
Mediare sulle mille contraddizioni libiche è un problema anche per il Cremlino. Haftar rinvia la firma dell’accordo per il cessate il fuoco a Mosca. Ma cosa sta accadendo realmente in Libia? (En...

L’inquietudine degli uomini

10 Gennaio 2020
Cosa succede nella mente di un uomo quando l’unico scopo, a un certo punto, è quello di uccidere la compagna, la moglie, la madre dei suoi figli? Se un uomo uccide la compagna, il problema non...

Video

Health Heroes - Flash mob