L’Islam del Brunei e i cristiani radicali degli Stati Uniti

Stampa

Sultan Haji Hassanal... - Foto: Pressenza.com

Legge del Brunei e della Sharia

George Clooney, e ora Elton John (è l’inizio di #MeToo 2.0?) hanno chiesto il boicottaggio degli hotel di proprietà del Sultano del Brunei. Ciò si deve a una nuova applicazione della Sharia documentata da Amnesty International in un comunicato stampa dal titolo: “Brunei: nuove leggi spietate per consentire la lapidazione di coppie dello stesso sesso e l’amputazione per rapina!. “Amnesty International ha invitato il Brunei a fermare il progetto di introdurre nuove punizioni “spietate” come la morte per lapidazione per atti omosessuali e l’amputazione per rapina, che entrerà in vigore la prossima settimana. “Rachel Chhoa-Howard, ricercatrice del Brunei di Amnesty International, ha detto: “Il Brunei deve immediatamente interrompere i suoi piani per attuare queste punizioni feroci e rivedere il suo Codice Penale in conformità con i suoi obblighi in materia di diritti umani. La comunità internazionale deve condannare con urgenza l’intenzione del Brunei di mettere in pratica queste crudeli sanzioni. “Alcuni dei potenziali ‘reati’ non dovrebbero nemmeno essere considerati tali, compreso il sesso consensuale tra adulti dello stesso sesso”. “Le disposizioni pendenti nel codice penale del Brunei consentirebbero la lapidazione e l’amputazione come punizione anche per i bambini. Queste pene sono incluse nelle sezioni del codice penale del Brunei Darussalam Syariah Syariah, che entrerà in vigore il 3 aprile 2019, secondo un avviso discreto che è apparso sul sito web del Procuratore Generale. “Amnesty International ha espresso gravi preoccupazioni per le modifiche del codice penale quando sono state proposte nel 2014”.

Le punizioni corporali violano il diritto internazionale.

Secondo le leggi internazionali sui diritti umani, la pena corporale in tutte le sue forme, come la lapidazione, l’amputazione o la fustigazione, costituisce una tortura o altre pene crudeli, disumane o degradanti, che sono proibite in ogni circostanza. Il Brunei ha firmato ma non ancora ratificato la Convenzione contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, disumani o degradanti. Mentre il Brunei mantiene la pena di morte nella legge, nella pratica è abolizionista. Una nuova condanna a morte è stata eseguita nel 2017, per un reato legato alla droga. Anche l’adulterio sarà punibile con la morte per lapidazione, così come l’apostasia (abbandono dell’Islam) secondo la legge della Sharia. Tuttavia non tutti i paesi musulmani la applicano nello stesso modo e sia gli studiosi che i legislatori notano che in molti casi essa è “aperta all’interpretazione”. Il boicottaggio di una catena di alberghi avrà qualche effetto sulle decisioni di un paese ricchissimo e del suo sovrano?

L’estrema destra cristiana statunitense e le elezioni europee

Un’indagine di openDemocracy ha concluso che “i ‘fondamentalisti’ della destra cristiana statunitense legati all’amministrazione Trump e a Steve Bannon sono tra una dozzina di gruppi americani che hanno versato almeno 50 milioni di dollari di denaro sporco in Europa nell’ultimo decennio. Questi gruppi hanno sostenuto “eserciti” di avvocati ultra-conservatori e attivisti politici e campagne sui “valori familiari” contro i diritti LGBT, l’educazione sessuale e l’aborto – e sembra che alcuni di loro abbiano dei legami crescenti con l’estrema destra europea. “Stanno spendendo soldi su una scala “non ancora immaginata”, secondo i legislatori e i difensori dei diritti umani, che hanno definito “scioccante” le nostre scoperte.

Reagendo alle conclusioni di openDemocracy, un gruppo trasversale di più di 40 eurodeputati ha chiesto al vice-presidente della Commissione Europea Frans Timmermans di esaminare l’influenza dei “fondamentalisti cristiani americani….. con la massima urgenza” in vista delle elezioni di maggio del Parlamento Europeo. “Tra i maggiori finanziatori c’è un gruppo il cui principale consulente è anche l’avvocato personale di Donald Trump, Jay Sekulow. Un’altra organizzazione ha collaborato con un controverso “istituto” con sede a Roma, sostenuto da Steve Bannon. E alcuni gruppi sono collegati al Congresso mondiale delle famiglie, una rete di attivisti ultra-conservatori che ha legami con politici e movimenti di estrema destra in diversi paesi europei, tra cui Italia, Ungheria, Polonia, Spagna e Serbia.

Anche se non è paragonabile per il tipo di punizioni proposte, è importante notare la crescita e la ricerca di una maggiore influenza delle ideologie che cercano di cancellare anni di lotta per i diritti di genere, sessuali e riproduttivi spinti da forme religiose draconiane, irrazionali e non aperte alla discussione logica, per non parlare della totale mancanza di quella compassione che ci si potrebbe aspettare in qualsiasi contesto spirituale.

Silvia Swinden da Pressenza.com

Ultime su questo tema

Sandokan e i migranti della Malesia

18 Maggio 2019
L'immigrazione pone sfide che tanti Paesi si trovano a dover affrontare; in Europa siamo molto concentrati a guardare il nostro ombelico, ma cosa succede altrove? (Novella Benedetti)

Amazzonia: scontro di paradigmi

15 Maggio 2019
Quando arrivai nell’Amazzonia boliviana, dopo 25 anni in Bolivia sulle Ande, scoprii che la mia ignoranza rispetto all’Amazzonia era immensa! (Fabio Garbari)

Ramadan 1440

13 Maggio 2019
Qualche elemento per capire cos’è il Ramadan e come i musulmani cercano di viverlo nel mondo. Una presenza che anche in Italia ha la sua importanza. La fertilità del digiuno. (Bruno Cantamessa)

Libia: il bianco e il nero

11 Maggio 2019
… e le mille sfumature di un paese frammentato che non sarà “unificato” facilmente da uno dei due contendenti in campo oggi. (Ferruccio Bellicini)

India: “eliminiamo l’odio dalla politica”

09 Maggio 2019
Anche in India la politica dell’odio viene usata in campagna elettorale per dividere il Paese, generare paura e limitare i diritti di cittadinanza. (Alessandro Graziadei)

Video

Riots in Burma and Tibet