Natale a Ravina, un posto qualunque del mondo

Guardo frastornata le luci impazzite sulle pareti ripide dei grandi magazzini, quegli assurdi ridicoli pupazzi dallo sguardo ammiccante, vestiti di panno rosso, che si arrampicano su scale malferme, sacco in spalla, impazziti a rincorrere regali, esaudire desideri.Sempre meno coraggio per opporsi a oggetti inutili da ammucchiare negli armadi, dolci confezionati con la scadenza in offerta, pensieri di plastica.Ciclici auspici di evasione che si ripropongono come ogni volta, ogni volta più insensati.Natale per me quest'anno è un augurio tra parentesi. Qualche vaso di marmellata mescolata lentamente a ore, un po' di biscotti e il profumo di gesti d'affetto che ci facciano scudo dalla crisi - di relazioni, mica economica - e portino un po' di calore oltre i giorni di un avvento già venuto, ma non ancora accolto.

Commenti

Febbraio 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29