Burkina Faso è FESPACO 2017

Sede del Fespaco a Ouagadougou

Il conto alla rovescia è iniziato. Tra meno di un mese Ouagadougou aprirà le sue porte al cinema internazionale. Fespaco, il festival panafricano del cinema di Ouagadougou, è la più importante manifestazione cinematografica del continente dal 1969. Nella categoria lungometraggi, i film in gara sono venti e rappresentano quattordici paesi. Tre sono del Burkina Faso. Un grande successo per l'organizzazione che si troverà a gestire il tutto esaurito.

Negli anni Ottanta del Novecento, Thomas Sankara ha dato un grande impulso a questo festival. Nella sua affermazione “è più importante dominarci culturalmente che militarmente. La dominazione culturale è la più flessibile, la più efficace, la meno costosa. Il nostro compito consiste nel decolonizzare le nostre menti” è racchiusa la forza di una convinzione. La cultura sopra ogni cosa e il cinema (africano) come strumento privilegiato per diffonderla, per parlare ai giovani e quindi al futuro e per contrastare la supremazia imperialista dell'occidente. Insomma, una missione sociale, ma soprattutto politica. Nell'interessante testo (non ancora tradotto in italiano) di Colin Dupré, pubblicato da L'Harmattan, nel 2012, Fespaco viene raccontato come "affare di stato", anzi di stati, a dimostrazione di quanto importante e strategico sia stato e sia il Fespaco. Dalla precedente edizione è stato istituito il premio Thomas Sankara, dedicato in particolare ai cortometraggi e a celebrare la creatività e la speranza panafricane, valori che il leader burkinabé ha inneggiato per costruire l'avvenire del suo paese.

Quest'anno, la Costa d'Avorio si è aggiudicato il titolo di invitato d'onore. Il paese ha messo in piedi una politica di sostegno al cinema, alla riapertura e rinnovamento delle sale cinematografiche, nonché un fondo per sostenere l'industria del cinema. Anche in Burkina, nonostante gli sforzi, c'è ancora molto da fare. Diamo un'occhiata alle sale presenti nel paese. Nel 1990 erano oltre 50. Oggi (meglio qualche anno fa; i miei dati non sono aggiornati all'ultim'ora) ce ne sono 18 nella capitale e 9 in tutto il resto del paese. Troppo poche. Bisogna ritornare ad un cinema di tutti e per tutti. Intanto godiamoci la venticinquesima edizione del Fespaco. Chissà chi si aggiudicherà lo stallone d'oro di Yennega, donna emblematica del paese.

Commenti

Ottobre 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31