13 Settembre

Città equosolidali

bancaetica.com

Utilizzo di prodotti equosolidali nelle mense scolastiche e ospedaliere e nei servizi di catering in occasione di convegni, cerimonie, fiere ed altri eventi pubblici; introduzione di caffè e bevande del commercio equo nei distributori automatici; realizzazione di iniziative di formazione e sensibilizzazione sul fair trade per il personale pubblico e la cittadinanza. Questi sono solo alcune delle proposte che l’iniziativa “Città equosolidali” intende proporre a cittadini e istituzioni (Comuni, Province e Regioni).

La campagna mira a orientare le comunità locali verso l’acquisto di prodotti del mercato equosolidale. Il commercio equo (o fairtrade) riconosce a tutte le persone pari dignità, alla quale devono seguire pari diritti e pari opportunità. Per questo il fairtrade garantisce i diritti economici, sociali e culturali di piccoli produttori e lavoratori, solitamente sottopagati o esclusi dai circuiti commerciali classici.

Per questo motivo, come recita la campagna, le Comunità locali di tutto il mondo, soprattutto se unite tra loro, in rete, possono dare un grandissimo contributo per una globalizzazione giusta e per lo sviluppo sostenibile

Cosa fare oggi?

Cerca la bottega di commercio equo più vicina a casa tua

Accadde oggi:

  • 1906: primo volo aereo in Europa.
  • 1940: nasce Oscar Arias, politico costaricano, creatore della Fondazione Arias per la pace e il progresso umano e vincitore del Premio Nobel per la pace nel 1987 per gli sforzi compiuti contro le agitazioni politiche in molti paesi del Centro America.
  • 1989: Desmond Tutu, arcivescovo sudafricano e grande attivista, guida la più grande marcia anti apartheid svoltasi in Sudafrica.
  • 1994: termina al Cairo la Conferenza internazionale sulla popolazione e lo sviluppo, che adotta un Programma d'Azione per implementare la promozione dello sviluppo e della qualità della vita, soprattutto nei Paesi meno abbienti.

13 Settembre nel mondo

 

Oscar Arias

Elmundohispano.wikispaces.com

Elmundohispano.wikispaces.com

Per due volte presidente della Costa Rica, premio Nobel per la pace nel 1987, Oscar Arias (1940) è una delle figure più autorevoli e ascoltate dell'America Latina. Dopo aver compiuto gli studi nel suo paese, tranne un breve soggiorno negli Stati Uniti, si laurea in giurisprudenza e in economia, lavorando come ricercatore in varie università americane e inglesi. Da sempre impegnato in politica nel Partito della liberazione nazionale, di area socialdemocratica, nel 1972 è ministro dell'economia e nel 1986 diviene presidente: occorre ricordare che la Costa Rica ha sempre rappresentato una felice eccezione democratica nel difficile contesto centramericano; dal 1948 si tengono regolari elezioni. Forte di questa tradizione e di una decisa agenda politica, Arias compie riforme economiche e sociali nel suo paese e soprattutto è protagonista di un intenso e equilibrato lavorio diplomatico per giungere all'accordo di pace del 7 agosto 1987 che ha messo fine a vari conflitti che insanguinavano i paesi confinanti, El Salvador, Guatemala, Nicaragua, promuovendo la nascita di istituzioni regionali. Divenuto di nuovo presidente nel 2006 cerca di mediare nella crisi politica dell'Honduras. Uno degli ultimi suoi atti politici è stato un discorso al summit delle Americhe nell'aprile del 2009, nel quale richiamava gli Stati latinoamericani a prendere atto degli errori passati e a puntare sulla cultura, sull'istruzione, sull'educazione, sulla ricerca.

Per approfondire.

Diventa fan di Unimondo su Facebook

Il testo è riproducibile in parte o in toto da tutti i media italiani citando la fonte e dandone comunicazione a Unimondo.
Se il lettore nota carenze od omissioni può scrivere a cooperazione@unimondo.org Le descrizioni dei personaggi qui riportate sono state rese possibili grazie al sostegno della Provincia Autonoma di Trento (PAT).
Il tutto è stato raccolto in un opuscolo edito dalla PAT dal titolo "Una persona un giorno".