4 Febbraio

Giornata mondiale contro il cancro

comune.torino.it

Il cancro (o tumore maligno) è una delle malattie che più debilitano l’essere umano e la sua salute: come sostiene l’Unione Internazionale Contro il Cancro (UICC), ogni anno si registrano più di 12 milioni di casi, con quasi 8 milioni di vittime. Il 70% di esse avviene in paesi a basso e medio reddito.

Va subito chiarito, però, che il cancro non fa distinzioni di reddito e condizione sociale. Al contrario, sono uno stile di vita non sano e la poca attenzione prestata ad aumentare le possibilità di rischio. In questo senso, la prevenzione ed il mantenimento di un elevato livello d’attenzione possono fare molto: mantenere un peso adeguato, attraverso un’alimentazione sana e un esercizio fisico regolare; evitare il tabacco e l’esposizione al fumo passivo; limitare il consumo di alcol; esporsi ai raggi solari con moderazione; proteggersi dalle infezioni che provocano i tumori; sono cinque semplici regole che potrebbero abbassare il rischio di ammalarsi del 40%.

Prevenzione e diagnosi precoce sono le parole d’ordine della Giornata mondiale contro il cancro, che punta ad informare sulla necessità di proteggersi, anche attraverso le vaccinazioni (soprattutto contro l’epatite B). Oggi le tecnologie aiutano nella prevenzione e nella cura di questa patologia: grazie a screening e innovazioni terapeutiche, la lotta al cancro sta registrando molti successi, anche per i pazienti negli stadi più avanzati.

Cosa fare oggi?

Invia a tutti i tuoi amici i dieci spot antifumo più creativi.

Accadde oggi:

  • 1774: ad Haiti viene approvata la prima legge che abolisce la schiavitù in Sud America.
  • 1789: George Washington viene eletto all'unanimità primo Presidente degli Stati Uniti.
  • 1794: abolizione della schiavitù da tutti i territori della Repubblica Francese.
  • 1875: nasce a Trento, Cesare Battisti, politico e irredentista, medaglia d'oro al valor militare, che si batté per Trento Italiana, durante il dominio Austro-Ungarico.
  • 1913: nasce Rosa Louise Parks, attivista statunitense afroamericana, figura simbolo del movimento per i diritti civili in America. È famosa per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto dell'autobus ad un bianco, dando così origine al boicottaggio degli autobus di Montgomery.
  • 1945: ha inizio la Conferenza di Jalta, alla presenza dei capi di governo di Stati Uniti, Regno Unito e Unione Sovietica. Si discusse, tra le altre cose, l'istituzione di una nuova organizzazione mondiale: le Nazioni Unite.

4 Febbraio nel mondo

  • Sri Lanka: indipendenza dal Regno Unito, 1948
  • Repubblica di Serbia e Montenegro: giorno della costituzione, 2003

Dietrich Bonhoeffer

Reginamundi.info

Reginamundi.info

La resistenza al regime nazista, vissuta come obbligo religioso e come gesto di amore verso il proprio paese e verso l’umanità, è uno dei tratti distintivi della troppo breve esistenza di Dietrich Bonhoeffer (1906-1945), teologo e pastore luterano, ucciso dal regime per il suo impegno per la libertà. Nato a Breslau in Slesia da genitori di origine berlinese, con la quale ritornò ben presto nella capitale tedesca, decise di dedicarsi agli studi teologici benché ciò non facesse parte della tradizione borghese liberale della famiglia. Si laureò in teologia nel 1930 e l’anno successivo cominciò a insegnare a Berlino, coinvolgendo in maniera singolare e innovativa gli studenti. Nel 1933 la sua opposizione a Hitler fu subito totale non esitando a denunciare pubblicamente le tragiche idee del “seduttore” che aveva ammaliato la Germania. Riparato negli Stati Uniti per due anni, ritornò nel suo paese animando la “Chiesa confessante”, quella parte di mondo protestante che aveva rifiutato di piegarsi al regime, e conducendo un’attività di resistenza. Tornato negli USA, nel 1939 prese l’ultima nave diretta verso l’Europa per condividere il destino del suo paese. Dietrich Bonhoeffer partecipò allora ad azioni di controspionaggio e a una congiura per eliminare il dittatore: arrestato nell’aprile 1943 passò il resto della vita nelle carceri naziste, lasciandoci una splendida testimonianza di fede, coraggio, determinazione politica nelle lettere raccolte poi nel volume postumo “Resistenza e resa”.

Per approfondire.

Campagna 1 fan 1 albero: 2011 - Anno internazionale delle foreste.
Diventa fan di Unimondo su Facebook. Per ogni fan verrà piantato un albero in Kenya. Passa parola.

Il testo è riproducibile in parte o in toto da tutti i media italiani citando la fonte e dandone comunicazione a Unimondo.
Se il lettore nota carenze od omissioni può scrivere a cooperazione@unimondo.org Le descrizioni dei personaggi qui riportate sono state rese possibili grazie al sostegno della Provincia Autonoma di Trento (PAT).
Il tutto è stato raccolto in un opuscolo edito dalla PAT dal titolo "Una persona un giorno".