Notizie

Archivio Notizie

Un milione di profughi di guerra. Ma dove?

Stampa

In Italia il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legislativo che recepisce la direttiva 2001/55/CE e mette l'Italia alla pari con gli altri stati membri dentro una strategia concordata che contempla misure necessarie in caso di afflusso massiccio di sfollati. Ma quale impatto migratorio avrà la guerra sull'Europa? Secondo il bollettino del programma "MigraCtion Europa" edito dal CeSPI, la pianificazione dell'Alto Commissariato per i Rifugiati si è basata finora su un target indicativo di 600.000 persone. Ma lo stoccaggio di cibo alle frontiere, avviato dal Programma alimentare mondiale (PAM), riguarda un numero ben più elevato di persone. A metà febbraio il vertice interagenzie delle Nazioni Unite faceva previsioni di 1,5-2 milioni di profughi, la maggioranza dei quali si riverserebbe sull'Iran, la Giordania e la Turchia. Come reagiranno i paesi confinanti? Soprattutto la Turchia, con la decisione di "invasione tecnica" nell'Iraq del nord per allestire strutture di accoglienza per gli sfollati, viola sostanzialmente il divieto di refoulement enunciato dall'articolo 33 della Convenzione di Ginevra. Il Comitato parlamentare Schengen-Europol-Immigrazione ha previsto che in Europa potrebbero giugere 1.200.000 profughi iracheni.

Ultime notizie

Lean vs. Green: in ufficio vincono le piante

22 Ottobre 2014
Un ambiente di lavoro “verde” migliora la salute e aumenta la produttività. (Anna Molinari)

Morales fa il tris in Bolivia

21 Ottobre 2014
Il 12 ottobre scorso Evo Morales viene rieletto Presidente della Bolivia: nei dieci precedenti anni di governo ha fatto crescere il Paese in ogni settore. (Miriam Rossi)

Interferenti endocrini: cosa sono e soprattutto cosa fanno?

20 Ottobre 2014
Sostanze chimiche con proprietà di interferenza endocrina vengono utilizzate regolarmente in diversi settori industriali. Cosa sono e soprattutto cosa fanno? (Alessandro Graziadei)

Hong Kong e oltre

20 Ottobre 2014
Pechino dovrebbe ascoltare il suo eccellente mantra: “Un paese, due sistemi”. Una parte di quell’altro sistema è la democrazia. L’Inghilterra non l’ha mai praticata durante 150 anni di conquista e...

Pena di morte: ancora in evidente violazione dei diritti umani

19 Ottobre 2014
Si è celebrata la XII Giornata mondiale contro la pena di morte mentre gli stati continuano ad applicare la pena capitale a persone con disabilità mentale e intellettiva. (Alessandro Graziadei)