Il seminario della Carta di Trento

Torna a Trento il il 18 maggiopresso il Centro per la Solidarietà Internazionale di vicolo S. Marco 1,  l'annuale appuntamento con il seminario della Carta di Trento, una tappa del percorso della Carta di Trento per una migliore cooperazione internazionale quest'anno è dedicato al fare cooperazione internazionale  per lo sviluppo locale e l'empowerment La cooperazione internazionale si trova ad operare in un contesto globale sempre più complesso, frammentato e in trasformazione. Ecco quindi la necessità di superare modelli e visioni non più attuali. Operare con approcci unidirezionali, di mero aiuto allo sviluppo e come unici agenti di crescita non permette di costruire azioni che rispondano ai reali bisogni della comunità e che siano efficaci e sostenibili. Occorre quindi appropriarsi di nuovi immaginari in cui ogni territorio, per quanto impoverito, è portatore di saperi, tradizioni, culture. E' importante passare dalla logica dell'aiuto alla logica dei diritti per accrescere il senso di responsabilità e appartenenza alla comunità. Comprendere l'importanza dell'investire nell'empowerment del capitale umano e sociale per generare un cambiamento duraturo nelle comunità e creare luoghi dove nessuno sia escluso. Così come lavorare per attivare processi di trasformazione sociale sia nelle nostre comunità che in quelle dei Paesi in cui si opera considerando l'evidenza dell'interdipendenza (umana e planetaria) e la necessità di un rapporto tra pari. E' importante quindi, accanto all'azione, riflettere sul senso dell'intervento, aprire alla complessità degli scenari e delle potenzialità, esplorare e apprendere da esperienze vicine e lontane, ragionare sui rischi e i dilemmi che l'agire della cooperazione internazionale inevitabilmente porta con sé e che richiedono una piena consapevolezza del proprio ruolo e della realtà in cui si opera. Il seminario è rivolto agli operatori della cooperazione internazionale, agli insegnanti, agli studenti e ai ricercatori interessati alle questioni sociali internazionali, indipendentemente dagli ambiti d'intervento o di specializzazione.

Questi gli interventi e i relatori previsti: 

- Lo sviluppo di comunità: paradigmi, evoluzioni e pratiche (Ennio Ripamonti) 
- ll ruolo delle comunità e dei territori nella cooperazione internazionale: una mappa degli approcci e delle sfide (Jenny Capuano)
- Formarsi all’empowerment di comunità nella cooperazione internazionale. L’esperienza di una ONG (Alessandra Crimi) 
- Comunità in difesa dei beni comuni: esperienze di partecipazione e autogoverno in America Latina (Francesca Caprini)
- Il fareassieme trentino: un approccio alla salute mentale di comunità (Renzo De Stefani, Roberto Cuni e Andrea Puecher)  
- Cooperazione di comunità e partenariato territoriale nei Balcani (Maurizio Camin)  
- Quando la comunità è la risorsa. L’esperienza del Saint Martin CSA in Kenya (Gathoni Njenga). 

Modera Silvia Nejrotti - Fondazione Fontana onlus

Iniziativa promossa all'intero del progetto World Social Agenda con il sostegno di Provincia autonoma di Trento - Pagina Ufficiale e Comune Di Trento Informazioniprogramma e iscrizioni entro il 15 maggio: 0461390092, federica.detassis@fondazionefontana.org.