Festival dello Sviluppo Sostenibile

Dal 22 maggio al 7 giugno ASviS organizza il Festival dello Sviluppo Sostenibile, un’iniziativa nazionale sotto il cui cappello si svolgeranno oltre 200 eventi allestiti dalle organizzazioni aderenti.

Il Festival nasce proprio nel 2017 come un’occasione unica di riflessione sulla cultura dello sviluppo sostenibile in Italia; si inserisce a pieno nella cornice dell’impegno di sensibilizzazione di ASviS per l’Agenda 2030 e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), sottoscritti dall’Assemblea Generale dell’ONU nel settembre 2015. Quella storica data ha determinato la mobilitazione massiccia di organizzazioni internazionali, governi e società civile per il perseguimento di politiche utili al raggiungimento degli ambiziosi traguardi. Il 2017 sarà un anno cruciale a questo proposito, perché la sostenibilità si configura come uno dei temi caldi di discussione del G7 italiano, che si svolgerà a Taormina dal 26 al 27 maggio. Mai come ora sarà fondamentale un impegno collettivo per alzare l’attenzione sul tema e portarlo al centro dell’agenda nazionale.

Per questo il Festival dello Sviluppo Sostenibile si preannuncia come lo senario ideale per riunire società e addetti ai lavori in un momento di confronto proficuo sull’Agenda 2030 e sugli SDGs. A offrine l’occasione saranno conferenze, seminari, workshop, spettacoli e altre iniziative organizzate da ASviS e dalle oltre 160 realtà associative che ne fanno parte, tra cui anche Cesvi.

La conferenza stampa di presentazione del Festival si terrà il 12 maggio presso l’Associazione della Stampa estera in Italia. Nel frattempo, è già online il sito dedicato al Festival, sul quale sarà possibile consultare il calendario aggiornato dei singoli eventi, effettuando ricerche per città, speaker e temi trattati.

Tre eventi verrano organizzati direttamente dal Segretariato dell’ASviS:

  • 22 maggio, Napoli – “Italia 2030: che nessuno resti indietro!”
    L’evento di Napoli, che inaugura il Festival, sarà dedicato alla lotta alle disuguaglianze e si svolgerà presso il Teatrino di corte di Palazzo Reale. La giornata si articolerà in quattro sessioni, ciascuna dedicata a un tema specifico: educazione e cultura; sviluppo e imprenditoria; alimentazione e salute; lavoro e welfare. Le sessioni seguiranno la medesima struttura: un’introduzione/provocazione sul tema, la presentazione di alcune esperienze di successo estremamente innovative e un panel per approfondire il tema e proporre possibili soluzioni. Parteciperanno, tra gli altri, i ministri Franceschini, Martina, Poletti e De Vincenti.
  • 1 giugno, Milano – “Aziende e finanza 2030: il motore dello sviluppo sostenibile”
    L’evento di Milano si terrà all’Unicredit Pavilion e sarà dedicato al contributo del settore privato al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030. La mattinata si articolerà in due sessioni: nella prima, i vertici di alcune delle principali organizzazioni del mondo imprenditoriale si confronteranno con i ministri Calenda e Galletti; nella seconda parte, due panel vedranno la partecipazione di rappresentanti del mondo delle imprese e della finanza impegnati nello sviluppo sostenibile.

In parallelo, gli studenti di alcune Business school incontreranno imprenditori e protagonisti della vita economica che hanno integrato lo sviluppo sostenibile nei propri piani strategici.

  • 7 giugno, Roma – “Italia 2030: un Paese in via di sviluppo sostenibile”
    Nel corso dell’evento di Roma, che concluderà il Festival e si svolgerà presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, l’ASviS consegnerà al Governo e alle istituzioni i risultati del Festival e dei 17 giorni di riflessione della società civile, alla presenza delle più alte cariche dello Stato. Inoltre, saranno premiate le classi vincitrici del concorso indetto da MIUR e ASviS, che ha coinvolto oltre 200 scuole italiane di ogni ordine e grado sui temi dell’Agenda 2030, e i vincitori del concorso “Youth in Action for Sustainable Development Goals”, organizzato da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e rivolto a giovani under 30 chiamati a presentare idee innovative capaci di favorire il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile in Italia

Anche Cesvi aderirà al Festival con il “Processo allo Sviluppo Insostenibile“, un evento aperto al pubblico che vedrà la partecipazione degli studenti degli Istituti scolastici “Insolera” e “Rizza”. Organizzato a Siracusa in collaborazione con ActionAid,  è realizzato nell’ambito del progetto “Agente0011 – gli studenti delle scuole italiane si attivano sul territorio per città più sostenibili e inclusive (SDG11) e per un’Italia più responsabile verso l’Agenda 2030”, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. Il Processo è un format educativo rivolto a ragazzi e ragazze delle scuole superiori: gli studenti, coinvolti nella simulazione di un’udienza giudiziaria che mette sotto accusa un prodotto considerato insostenibile per il Pianeta, in questo caso il pomodoro, sono chiamati a diventare protagonisti della loro ricerca-azione in modo da costruire tesi e capi di accusa e di difesa per l’imputato scelto, sensibilizzando così gli altri compagni di classe e di scuola sulle tematiche affrontate. Il Processo si terrà a Siracusa il 24 maggio alle ore 18.30, presso l’Auditorium dell’IISS F. Insolera, in via Modica 66. La partecipazione è libera fino a esaurimento posti. Consulta il programma completo sul sito del Festival.