Eventi | Febbraio 2017:

6 Feb

#unaleggesubito

6 Feb

UN INCONTRO A LUCCA CON I PROMOTORI DELLA LEGGE SUL RICONOSCIMENTO DEL LAVORO DI CURA DEI CAREGIVER FAMILIARI ITALIANI Alla campagna #unaleggesubito, ormai virale sui social  network, segue un meeting per sollecitare la politica a risolvere  finalmente l'annoso problema. Si  svolgerà a Lucca Lunedì 6 Febbraio 2017, alle ore 15,30, presso la Sala Convegni “V. da Massa Carrara” di Via San Micheletto, un  incontro organizzato dal Coordinamento Nazionale Famiglie Disabili in collaborazione con il Comitato Provinciale Unicef e il Laboratorio di Idee per Lucca, sulla necessità di accelerare l’iter parlamentare del Disegno di Legge n.2128 a prima  firma della Senatrice Laura Bignami iniziato lo scorso 24 Gennaio in Commissione Lavoro al Senato. 

L'incontro si svolgerà in occasione del decimo anniversario della fondazione dello stesso Coordinamento Nazionale Famiglie Disabili che coincide con l'annuale celebrazione della Giornata Nazionale di Sostegno delle Famiglie con Disabilità giunta alla sua XI edizione.  Primo relatore sarà proprio la Sen. Bignami che ha portato a più riprese nelle aule del Senato la denuncia dei Caregiver Familiari rispetto alla disattenzione istituzionale nei confronti delle famiglie che si prendono cura in ambito domestico di congiunti non autosufficienti a causa di disabilità molto severe.

L'incontro, che sarà moderato da Lorenzo Bertolucci, apprezzato e stimato giornalista dell'emittente NoiTV di Lucca, vedrà inoltre la presenza del Dott. M.. Villanova, Neurologo Responsabile dell’Unità Neuromuscolare dell’Ospedale Nigrisoli di Bologna, e del Dott. M. Panerai, Psicologo e Psicoterapeuta consulente dell’Associazione VoaVoa Onlus, che approfondiranno le ricadute sul piano medico-clinico dell’impegno dei Caregiver Familiari e quindi della necessità di una Legge che tuteli inizialmente almeno le situazioni di maggiore impegno assistenziale. 

Hanno confermato la loro presenza: On.le R. Mariani, Deputato della Repubblica; I. Menesini, Presidente della Provincia di Lucca; A. Tambellini, Sindaco di Lucca; I. Vietina, Vice Sindaco di Lucca e Assessore con delega alle Politiche Sociali; L. Rossi, USL Toscana Nord-Ovest; S. Morganti, Campionessa Paralimpica di Equitazione.  

Sono stati invitati in attesa di conferma di partecipazione: Sen. I. Angioni, XI Commissione Senato della Repubblica e primo firmatario del DdL 2266; Sen. M. Granaiola, 12ª Commissione Senato della Repubblica, Sen. A. Marcucci, 7ª Commissione Senato della Repubblica; S. Saccardi Vicepresidente Regione Toscana – Assessore Salute, Welfare e Integrazione Socio-Sanitaria; M. Remaschi, Assessore Regione Toscana; S. Baccelli, Consigliere Regione Toscana; G. Cagliostro, Prefetto di Lucca; A. Lattanzi Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Gli inviti all’evento di rappresentanti politici di ogni schieramento, sia nazionali che locali, hanno lo scopo di discutere risposte istituzionali a situazioni di grande fragilità che sono talmente importanti da non dover rispondere a nessuna logica di partito così come ampiamente dimostrato dall'adesione del  tutto trasversale al Disegno di Legge n. 2128 da parte di 92 Senatori. In questa particolare occasione essi avranno anche l'opportunità di confermare la loro volontà di partecipare alla stesura di una buona legge che sia di reale sostegno e che includa tutte le importanti tutele contenute nel suddetto Disegno di Legge senza alcun compromesso politico o legato a logiche di tipo economico.

Ricordiamo che chiunque può partecipare e aderire alla campagna con una propria foto di sostegno inviandola al Gruppo Facebook #unaleggesubito per i #CaregiverFamiliari italiani raggiungibile al seguente link:  https://www.facebook.com/groups/222408528164934

Informazioni e conferme di partecipazione: Coordinamento Nazionale Famiglie Disabili Referente Toscana Elena Piantanida toscana@famigliedisabili.org, 3383332403

11 Feb

Una città per la pace!

11 Feb - 25 Feb

17 Feb

Manifesto della comunicazione non ostile

17 Feb - 18 Feb

La presidente della Camera, Laura Boldrini, e il giornalista Enrico Mentana saranno a Trieste il 17 e 18 febbraio per tenere a battesimo il "Manifesto della comunicazione non ostile". Il documento e’ sviluppato da una community trasversale di oltre 300 tra giornalisti, manager, politici, docenti, comunicatori e influencer per contrastare l’ostilita’ in rete e sara’ presentato durante ‘Parole O Stili’, il progetto collettivo nato per far riflettere sulla non neutralita’ delle parole e sull’importanza di sceglierle con cura. Durante la prima giornata di lavori di ‘Parole O Stili’, che sara’ aperta dalla presidente della Camera, la community si confrontera’ su linguaggi e comportamenti digitali e sottoscrivera’ il "Manifesto"; durante la seconda, che vedra’ la partecipazione di Mentana, saranno aperti al pubblico nove tavoli tematici su: social media e scritture; giornalismo e mass media; viaggi, sport e divertimento; politica e legge; business e advertising; in nome di Dio; giovani e digitale; bufale e algoritmi; bambini e social media. Un’iniziativa apprezzata da Boldrini, secondo la quale e’ "molto utile unire le forze per lanciare una mobilitazione di tutti coloro che sono contrari all’odio in rete. L’hate speech non puo’ rappresentare il prezzo da pagare per essere presenti sullo spazio digitale. Una community contro la violenza sul web- spiega Boldrini- fornisce uno strumento in piu’ a disposizione di chi e’ impegnato a contrastare questo fenomeno ma anche di chi ne e’, suo malgrado, vittima".

L’hate speech, secondo un’indagine dell’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo sul tema "Diffusione, uso, insidie dei social network" e’ un argomento molto sentito dai giovani italiani: sette giovani su 10 l’hanno sperimentato in prima persona e quasi il 90% degli intervistati (89,4%) ne ha un’opinione negativa. Come spiega l’ideatrice del progetto, Rosy Russo "la rete sta diventando il luogo privilegiato dell’incitamento all’intolleranza, all’odio, alla diffamazione. Parole O Stili ha l’ambizione di invertire questo trend diffondendo online il virus positivo dell’inclusione e del rispetto grazie a una community capace di raggiungere quasi quattro milioni di persone su Facebook e quattro milioni su Twitter. Se mettiamo insieme la paura di cadere nelle trappole della rete, di non riuscire a ‘porgere l’altro tweet’, di essere in difficolta’ ad essere se stessi, di non avere piu’ la voglia di confrontarsi perche’ c’e’ sempre un troll dietro l’angolo ecco svelato l’origine di questo movimento di idee. Perche’- conclude Russo- per noi le relazioni hanno il profumo del rispetto". Per maggiori informazioni sull’evento e per iscriversi ai forum tematici consultare il sito web www.paroleostili.it

17 Feb

Canapa Mundi

17 Feb - 19 Feb

Dal 17 al 19 febbraio 2017, torna al PalaCavicchi di Roma Canapa Mundi, la Fiera Internazionale della Canapa. Dopo il grande successo degli anni precedenti, la prossima edizione si annuncia piena di novità: incontri, spettacoli, divertimento e tanti eventi che non ti aspetti. Numerose le aziende partecipanti, nazionali e internazionali per un incontro di cultura e ricerca, tecnica e passione. Una conferma di adesioni per il settore dedicato alla “coltivazione” e una crescita per l' area dedicata della canapa industriale, sempre più richiesta nella vita di tutti i giorni.

Immancabile la partecipazione del Museo Itinerante della Canapa dei gemelli Bernardini, che espone gli strumenti per il raccolto e la lavorazione di un recente passato quando la canapa costituiva un'importante materia prima. La fiera rappresenta un percorso che viaggia nella storia descrivendo la tradizione e si affaccia al futuro grazie alle tante e inedite proposte degli espositori: virtuosa e innovativa, la canapa è divenuta un ingrediente in forte ascesa negli alimenti dell'orgoglio italiano come l'olio, il pane, la pasta; viene riutilizzata come fibra tessile naturale e costituisce un elemento essenziale nella bioedilizia. 

Canapa Mundi è un'opportunità per conoscere e per rilanciare una pianta che fa parte della nostra cultura. Un evento che attraverso varie categorie mira all'obiettivo di sdoganarla dai preconcetti e dalla disinformazione, un'occasione di rivalsa e opportunità per un settore che abbraccia ambiti diversi, tutti dalle grandi potenzialità. Una fiera che guarda al passato, si proietta al futuro e vive il presente. Canapa Mundi è sintonizzata sulla cronaca dei nostri giorni come la recente approvazione della legge per lo sviluppo della filiera per la coltivazione della Canapa che ha finalmente fatto chiarezza dando la possibilità agli agricoltori di poterla coltivare senza rischi legali.

Tra gli espositori, tante le novità riguardanti attrezzature e tecnologie per la coltivazione biologica, convenzionale e idroponica, aziende che selezionano e producono semi, produttori di concimi organici e minerali, stand con articoli e accessori per fumatori, aziende agricole, stand di abbigliamento e tessuti, bioedilizia, prodotti cosmetici e per il benessere e tanto altro. Quest’anno tanti gli appuntamenti con l'informazione, sono previsti numerosi  workshop e convegni. Occasioni imperdibili per assistere e partecipare a confronti tra esperti, imprenditori e numerosi ricercatori di varie Università italiane e non solo. Dibattiti sui diversi usi della Canapa,  con particolare attenzione a quelli che trattano gli usi terapeutici, tutti con l'obiettivo primario di divulgare e condividere conoscenza. Saranno trattati anche gli aspetti connessi all’uso “ricreativo” della Canapa, ai suoi effetti e alle proposte di legalizzazione ed un confronto tra la situazione legislativa in Italia e quella di diversi paesi d’Europa e del mondo. Non mancherà l'area ristorazione e gastronomia per attimi ristoro e scoperta, un'occasione gustosa per provare tanti prodotti a base di canapa. Presenti anche ristoranti 100% vegan e 100% gluten free. Canapa Mundi sarà un piacere, anche per il palato.

 Per maggiori informazioni: 0688809957, info@canapamundi.com

17 Feb

Cena Kenyana

17 Feb

Siete invitati dalla Fondazione Fontana VENERDI' 17 FEBBRAIO alle ore 20.00 alla Cà Sana a Padova ad una cena  a sostegno dei  progetti del Saint Martin in Kenya. Ospite della serata sarà MARTINA CAIRONI, atleta paralimpica italiana e campionessa sui 100 metri piani ai giochi di Londra 2012 e Rio 2016.  Menù: SAMOSA, MUKIMO, CHAPATI, RISO, CARNE O GHITERI, VERDURE ALLA KENYIANA, DOLCE DELLA CASA, ACQUA, VINO. Cena su prenotazione a  24 euro di cui 8 andranno a sostenere il Programma per la Disabilità in Kenya.

Informazioni e prenotazioni: 049.623874 / casana.bio@gmail.com / Cà Sana Via SS.Fabiano e Sebastiano 13

18 Feb

Cambiare vita e lavoro, istruzioni per l’uso

18 Feb - 19 Feb

Il più grande e completo Centro per le Tecnologie Alternative italiano, il Parco delle Energie Rinnovabili nel cuore dell’Italia, immerso nella natura, dotato del comfort di un hotel ma dai consumi energetici bassissimi pari a quelli di un monolocale in città, alimentato da fonti rinnovabili e presidio Slow Food, ospita l’incontro formativo dell’Ufficio di Scollocamento dell'Associazione PAEA.

PROGRAMMA

Sabato 18 febbraio 2017

9.00 Arrivo partecipanti 
9.30 Presentazione dei partecipanti e del programma del corso
10.15 Il Parco Energie Rinnovabili come alternativa lavorativa, ecologica ed energetica. Visita guidata del centro

13.30 Pranzo 
15.00 
L’inevitabilità del cambiamento, perché l’attuale sistema è insostenibile da un punto di vista economico ambientale e sociale. 
Come e perché cambiare lavoro e vita. 
L’inizio di un mondo nuovo. 
Come affrontare le difficoltà e le paure del cambiamento. 
Servono davvero tanti soldi per vivere? Quantità o qualità? Città o campagna? Autosufficienza o dipendenza? 
17.00 Pausa caffè/the
17.30
Le alternative praticabili. Esempi concreti in Italia e in Europa di chi ce l’ha fatta. 
Ecovicinato, cohousing, Ecovillaggi, comunità intenzionali, recupero borghi abbandonati. 
Le possibili occupazioni nel settore ambientale e agricolo sostenibile. 
Domande sulla prima giornata e confronto fra i partecipanti
Ore 20.00 Cena
21.30 Proiezione video a tema

Domenica 19 febbraio 2017

7.30 Colazione
8.30
Possibilità concrete di pianificare subito il cambiamento. 
Come affrontare i nodi economici
Lavoro di gruppo
Partecipazione attiva al progetto del Parco Energie Rinnovabili. 
11.00 Pausa
11.30
Cosa fare da domani? Strumenti per non sentirsi soli e perduti
Domande e confronto fra i partecipanti 
13.30 Pranzo
15.00 Partenza 

Docenti 

Alessandro Ronca 
Presidente e socio fondatore del Parco per l’Energia Rinnovabile, dopo anni di esperienza acquisita in paesi dalle difficili situazioni ambientali, soprattutto in Africa, ha dedicato la sua preparazione sulle nuove tecnologie energetiche per ideare il PER che rappresenta la traduzione pratica della sua idea di sistema ecologico: efficienza e distribuzione energetica, autonomia energetica condivisa, ottimale utilizzo dell’acqua. www.per.umbria.it.

Paolo Ermani 
Presidente dell’associazione PAEA e tra gli ideatori del quotidiano on line Il Cambiamento ed autore insieme a Valerio Pignatta di Pensare come le montagne. Manuale teorico-pratico di decrescita per salvare il Pianeta cambiando in meglio la propria vita ed autore insieme a Simone Perotti del libro Ufficio di Scollocamento . Da oltre venti anni è impegnato nell’ambito delle energie rinnovabili e del risparmio energetico. Ha lavorato cinque anni al Centro per l’energia e l’ambiente di Springe in Germania e frequentato i maggiori centri europei per le tecnologie alternative. Lavora con PAEA dal 1999, ha organizzato e tenuto decine di corsi di formazione, incontri pubblici, mostre itineranti, consulenze,interventi di didattica ambientale. www.pensarecomelemontagne.it

Costo del corso

95,00 € comprensivo dei pasti, organizzazione, docenze, visita guidata del PER.
Pernottamento su richiesta:
25,00 € in camera doppia
20,00 € in camera multipla

Per chi lo desidera previo accordo con il PER, è possibile anche pernottare la sera di venerdì. La cucina è vegetariana e vegan a cura di Chiara Flugy Papè. N.B. Il corso si svolgerà con un minimo di dieci partecipanti. E' previsto un servizio di navetta su prenotazione dalla Stazione di Narni Scalo – Amelia: 15.00 € da dividedere tra i passeggeri.  Per informazioni e iscrizioni al corso  mail: scrivi@per.umbria.it – tel. 0744 988050

18 Feb

“La povertà è un furto”

18 Feb - 19 Feb

L’obiettivo 2018 si avvicina. L’Obiettivo 2018 fissato nel 2013 (Risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sull’impegno in favore della messa fuorilegge dei fattori strutturali dell’impoverimento nel mondo) si avvicina ma, allo stesso tempo, si allontana alla luce

a) non solo delle difficoltà incontrate finora ma soprattutto

b) delle nuove situazioni marcatamente regressisve su tutti i piani, createsi negli ultimi due anni. Pensiamo all’intensificazione del legame tra guerre in Medio Oriente e terrorismo jiadista, tragedia migranti e spappolamento europeo, Brexit, elezione di Trump, esplosione delle inuguaglianze tra ricchi e impoveriti, violenza crescente delle oligarchie eurocratiche, restaurazioni oligarchiche in America latina.

A due anni dal nostro striscione di arrivo i fattori strutturali generatori dell’impoverimento nel mondo si sono rinforzati. È pertanto necessario ripensare e attualizzare gli obiettivi di Dichiariamo Illegale la Povertà (DIP) non nel senso di ridurli od indebolirli, ma al fine di renderli più stimolanti e mobilitatori. Perché se è vero quanto sotto b), è anche molto probabile che la rivolta e le lotte dei cittadini, dei gruppi sociali e dei popoli contro le tendenze attuali saranno molto forti attraverso il mondo. Ad esse dobbiamo associarci e portare il nostro contributo, anche perché in Italia ed in molti altri paesi dell’Unione europea la lotta, a titolo prioritario, contro le cause dell’impoverimento si è affievolita. I movimenti detti «antipovertà » sono sovente al rimorchio delle politiche dei dominanti, salvo eccezioni.

L’incontro internazionale a Sezano (VR) 18 – 19 febbrario 2017

L’incontro di febbraio ci darà l’occasione di:

  • fare il punto sulle azioni realizzate in Italia, Argentina e Cile e a livello internazionale ;
  • consolidare i risultati ottenuti investendo le nostre energie (quelle finanziarie restano sempre limitate) soprattutto nella duplice direzione d’intrecciare in maniera più incisiva le azioni DIP nelle azioni di reti internazionali e mondiali molto attive sui fattori strutturali dell’impoverimento nel mondo (beni comuni, tecnologie sostenibili, finanza alternativa, annullamnto del debito, lotta contro i paradisi fiscali, il diritto alla città… fra i tanti esempi possibili), e radicare le azioni DIP nei territori (le campagne, le città …) per renderne la visibilità più manifesta e l’impatto più diffuso.

Ma tutto ciò sarà compito dell’incontro di analizzarlo e tirarne le conseguenze per il futuro.

All’incontro saranno presenti (al momento di questa prima nota)

  • in rappresentanza della DIP CileLuis Infanti de la Mora , vescovo della diocesi di Aysén (Patagonia cilena), promotore della DIP in Cile e storico «animatore» della riuscita campagna «Patagonia sin reservas» (contro le la costruzione di nuove cinque dighe);
  • in rappresentnaza della DIP ArgentinaAnibal Faccendini, avvocato sociale, promotore della DIP in Argentina e altresì della campagna «L’acqua bene comune e diritto umano» nella Provincia di Santa Fée a partire da Rosario (seconda città più importante dell’Argentina);
  • in rappresentanza della DIP ITALIA il gruppo di Sezano (Petrella, Libanti, Nicoletto, Cecchi), di Sommacampagna (Castioni, Forlin)il gruppo di Bolzano (Auer, D’Ambrogio, Comina). Saranno presenti anche il Cipsi (Barbera) e la rivista Solidarietà Internazionale (Melandri e Perrone).
  • Beninteso la presenza sarà più allargata dopo la ricezione della presente nota sia a livello italiano che, spero, a livello europeo.

Motto dell’incontro.

La povertà è un furto. In piedi, umanità

Sabato 18 Febbaio 2017

Pomeriggio : arrivo dei partecipanti

ORE 18.00 Inizio lavori. Sessione: Imparare dalle esperienze

Giro di presentazione dei partecipanti.

Introduzione generale. Rapporto sulla lotta contro «la povertà» a livello mondiale ed europeo.

Ore 18.45   L’esperienza della DIP in Cile

Ore 19.30   Cena

Ore 20.45   L’esperienza della DIP in Argentina

Ore 21.30   Lezioni da trarre dalle due esperienze. Dibattito. Prime conclusioni da parte di Luis Infanti e Anibal Faccendini

Ore 23 (al più tardi) Chiusura dei lavori

Domenica 19 febbraio 2017

Fino alle ore 9.00 Colazione

Ore 9.00   Continua Sessione imparare dalle esperienze

           L’esperienza della DIP in Italia 

Ore 9.45   Dibattito

Ore 11.00 – 12.30 Lavori di gruppo

Ore 13.00 Pranzo

Ore 14.45 Ripresa dei lavori. Proposte ed esame del ripensamento e nuove prospettive per l’azione a livello italiano ed internazionale

  • A livello continentale, in particolare, latino-americano, europeo e africano
  • A livello mondiale : istituzioni onusiane ed altre, ONG….

Fra le tante proposte possibili, si potrebbe, per esempio, lavorare sulla concezione ed operazionalizzazione di indicatori (socio-economici e legislativo-istituzionali….) d’impresa ed a livello di comunità umane che fanno o no di esse delle fabbriche d’impoverimento (per «un’impresa senza impoverimento», «un’economia liberata dall’impoverimento »…)

Ore 17.00 Conclusioni generali e proposte per «DIP. L’obiettivo 2018»

           Adozione di un documento finale/Comunicato Stampa

Ore 18.00 Chiusura dell’incontro

La partecipazione è libera. Sarà domandato un modesto contributo alle spese generali. E’ possibile pernottare al Monastero previa verifica. 

Contatti : Paola Libantimonasterobenecomune@gmail.com

23 Feb

Il ruolo dell’Italia nelle politiche climatiche dell’UE

23 Feb

‹‹ Febbraio 2017 ››
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          

Oggi: